giovedì 23 febbraio | 02:37
pubblicato il 28/ott/2013 20:37

Lombardia: Maroni, Patto sviluppo con parti sociali. Le istanze per Roma

Lombardia: Maroni, Patto sviluppo con parti sociali. Le istanze per Roma

(ASCA) - Milano, 28 ott - ''Questo non e' il documento solo della regione Lombardia ma e' il documento della Lombardia, di tutta la Lombardia, di tutte le sue forze economiche, sociali e politiche''.

Cosi' - riferisce una nota - Roberto Maroni ha commentato la sottoscrizione da parte della regione, delle autonomie locali e delle parti sociali, con i rappresentanti di tutte le organizzazioni e associazioni imprenditoriali e produttive e le sigle sindacali, di un documento congiunto e condiviso sulla Legge di stabilita' e sulle politiche finanziarie. In parallelo, il capo della giunta lombarda ha annunciato l'intenzione, entro la fine della legislatura, di azzerare l'Irap per tutte le imprese della regione e applicare i costi standard anche a settori diversi dalla Sanita'. Al governo, poi, sara' chiesto ''di regionalizzare il patto di Stabilita'''.

Piu' nel dettaglio, il 'Patto per lo Sviluppo' sottoscritto oggi in Lombardia viene definito ''prodromico alla manovra finanziaria che giovedi' sara' approvata dalla giunta regionale e iniziera' poi il suo iter nelle commissioni e, a seguire, in consiglio regionale''. ''Abbiamo - ha ricordato Maroni - piu' di 300 milioni di tagli che non colpiscono la Sanita', ma colpiscono altri settori cruciali, tra cui in particolare il Trasporto pubblico locale''. Sottolineando di aver gia' inziato a ridurre l'addizionale Irap per le imprese che innovano, il presidente lombarto ha affermato l'intenzione ''di estendere entro la fine della legislatura questo azzeramento dell'Irap a tutte le imprese''.

Secondo Maroni, ''la ricetta per ridurre la spesa pubblica senza intervenire sulla qualita' dei servizi c'e' ed e' l'applicazione dei costi standard, non soltanto della sanita'. Se si applicassero in tutte le Regioni italiane gli standard che la Lombardia applica alla spesa pubblica si risparmierebbero ogni anno 30 miliardi di euro'', ha aggiunto il presidente lombardo riferendo che parlera' di questo ''mercoledi' in sede di confronto tra le regioni sul Patto nazionale per la salute'' e il giorno successivo ''in commissione Affari costituzionali alla Camera, dove saro' in audizione per il Disegno di legge di riforma costituzionale sulle autonomie''. ''Abbiamo inoltre comunicato al governo - ha proseguito Maroni - la nostra adesione alla richiesta di applicazione di una norma di legge che stabilisce la regionalizzazione del Patto di stabilita', che, come e' noto, vincola negativamente i 1500 comuni della Lombardia, per la stragrande maggioranza comuni virtuosi: questi ultimi a fine 2012 hanno accumulato un avanzo di gestione di 8,5 miliardi di euro non spendibili''. Un richiesta, questa di spostare sulle regioni gli obiettivi di contenimento della spesa oggi in capo ai comuni, che Maroni chiede al governo di esaudire con un decreto legge ''entro il 30 novembre''.

com-stt/mau/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech