venerdì 20 gennaio | 09:31
pubblicato il 26/feb/2013 21:14

Lombardia: Maroni conquista il Pirellone ma Pdl ha piu' voti di LN

Lombardia: Maroni conquista il Pirellone ma Pdl ha piu' voti di LN

(ASCA) - Milano, 26 feb - Roberto Maroni e' il nuovo presidente della Regione Lombardia. Una vittoria netta la sua, a dispetto dei sondaggi della vigilia che prefiguravano un testa a testa con Umberto Ambrosoli: il leader della Lega Nord incassa un rotondo 44% delle preferenze degli elettori lombardi, circa 6 punti percentuali in piu' rispetto al 38% dei voti andati all'avversario in campo per il centrosinistra. Tradotto in cifre: oltre 200mila voti in piu'. Merito soprattutto dei voti portati in dote dal Pdl, pari al 17% del totale. Ancora una volta Milano si conferma in controtendenza rispetto al dato regionale: nel capoluogo Maroni non supera il 35% mentre il candidato del centrosinistra vola al 47%. E' la prima volta che un uomo del Carroccio conquista la presidenza del Pirellone dopo 18 anni consecutivi di governo targato Roberto Formigoni. Prima di lui l'unico leghista salito alla presidenza della Lombardia e' stato Paolo Arrigoni, incaricato nel 1994 di formare una giunta dopo la crisi del governo Giovenzana. La differenza e' che Maroni viene incoronato dal voto popolare. E per lui, che in queste elezioni regionali si e' giocato tutto sfidando apertamente molti big del partito contrari a rinnovare l'alleanza con il Pdl, e' il coronamento di un sogno. Perche' se e' vero che da un lato che in Carroccio ha in pratica dimezzato il suo consenso nazionale rispetto alle politiche del 2008 (era oltre l'8%, ora e' intorno al 4%), perdendo circa la meta' dei voti anche nella stessa Lombardia (alle regionali del 2010 aveva ottenuto il 26% delle preferenze, ora e' intorno al 13%, piu' il 10% ottenuto dalla lista civica 'Maroni presidente') dall'altro ora la Lega Nord governa le tre Regioni piu' importanti del Nord del Paese: Lombardia, Piemonte e Veneto. La conquista del Pirellone potrebbe dunque essere il primo tassello per la realizzazione di quella 'macroregione' del Nord tanto sbandierata da Maroni in campagna elettorale insieme alla proposta di trattenere sul territorio regionale il 75% delle tasse versate dai contribuenti lombardi. Inferiore alla media nazionale il risultato ottenuto Silvana Carcano, in campo per il Movimento 5 Stelle, votata dal 13% dei lombardi. Poco piu' del 4% i voti andati a Gabriele Albertini, l'ex sindaco di Milano che si e' candidato con 'Scelta Civica' di Mario Monti. Intorno all'1%, infine, le preferenze espresse per Carlo Maria Pinardi, il professore della Bocconi in campo con 'Fare per fermare il declino'.

fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Terremoti
Terremoto, Salvini in Abruzzo: chiedo a Gentiloni 100mln di euro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale