giovedì 08 dicembre | 07:20
pubblicato il 24/ott/2013 14:06

Lombardia: Maroni, centralismo Roma anche in agricoltura. Non cederemo

Lombardia: Maroni, centralismo Roma anche in agricoltura. Non cederemo

(ASCA) - Cremona, 24 ott - ''Anche sull'agricoltura c'e' il tentativo del governo di togliere poteri alle regioni e di accentrare tutto. Un neo-centralismo che noi contrasteremo con ogni mezzo e non solo nell'agricoltura, ma in tutto il resto. E' un ritorno al passato che noi contrasteremo con ogni mezzo. Sull'agricoltura terreno di confronto, mi auguro non di scontro, non intendiamo cedere di un millimetro''. E' quanto ha dichiarato - riferisce una nota - il presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni, aprendo oggi, a Cremona, al quartiere fieristico di Ca' de Somenzi, la 68a edizione della Fiera internazionale del Bovino da latte.

''La buona notizia - ha osservato Maroni - e' che la fiera ha un incremento di presenze di quasi l'8 per cento rispetto al 2012. Poi c'e' una brutta notizia che, come al solito, viene da Roma: nella Legge di stabilita' ci sono tagli anche alla Lombardia nel settore agricolo. E l'altra brutta notizia viene da Bruxelles, con la riduzione dei fondi per la programmazione europea 2014-2020''.

Con oltre 400 campioni di razza bovina ospitati da 12 paesi, 856 marchi e piu' di 75 istituzioni coinvolte ed eventi organizzati, la fiera di Cremona ''e' perfetta per Expo2015'', ha evidenziato Maroni. ''L'agricoltura e l'agroalimentare - ha detto ancora il presidente - sono il settore piu' importante dal punto di vista economico nei programmi di sviluppo della Lombardia, l'unica regione in Europa che ha anticipato la Pac al 70 per cento. In vista di Expo dobbiamo valorizzare eccellenze come queste: studieremo molte iniziative per valorizzare Cremona durante i mesi di Expo ma anche prima e, soprattutto, dopo''.

Tornando a puntare il dito contro il governo, Maroni ha sottolineato che ''nella Legge di stabilita' c'e' un taglio ingente di risorse per tutto il comparto agricolo e per tutta la Lombardia: cercheremo di far fronte a questo, ma non sara' facile. Nel nostro Piano di sviluppo rurale vedremo come intervenire, ma purtroppo questo taglio c'e' e ci penalizza in maniera molto forte'', ha ribadito il presidente della Lombardia.

com-stt/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni