lunedì 27 febbraio | 01:19
pubblicato il 08/feb/2013 12:43

Lombardia: Albertini, trend in crescita, e' risultato straordinario

Lombardia: Albertini, trend in crescita, e' risultato straordinario

(ASCA) - Milano, 8 feb - ''La Lista Movimento Lombardia civica viaggia con forchetta fra il 10 e il 12% con trend in crescita. Un risultato straordinario''. Cosi' Gabriele Albertini, candidato 'montiano' alla Presidenza di Regione Lombardia, commenta gli ultimi sondaggi disponibili (a mezzanotte di oggi scattera' il divieto di pubblicarne di nuovi) in vista delle elezioni del 24 e 25 febbraio. ''Senza partiti alle spalle, anzi, avendo contro i partiti corazzata attuali - evidenzia l'ex sindaco di Milano - siamo a piu' del triplo dei voti della lista civica di Ambrosoli e due volte i voti dell'altra lista civica di Maroni. Al di la' di visioni da salotto perbene e pseudo-radicalchic e di ovattate valutazioni da stanze di potere, gli elettori veri in carne e ossa apprezzano il nostro progetto e ci sostengono. Le analisi dei flussi elettorali confermano che la stragrande maggioranza dei nostri elettori provengono dal centrodestra. Sono elettori che mai voteranno una coalizione dove primeggiano Sel/Fiom, Cgil e personaggi come Stefano Fassina, fattivi sostenitori di Ambrosoli. Altro dato interessante e' che a fronte di un Maroni che cresce in maniera modesta, la candidatura di Ambrosoli non avanza, anzi. Il Candidato non piace al suo elettorato e non fa presa sulla cosiddetta societa' civile. Insomma il tanto sperato effetto Pisapia in Lombardia non si ripete. E' la dimostrazione che la Lombardia e' il laboratorio dove si sta costruendo il Partito Popolare Europeo''. Albertini si sofferma poi sull'elevata percentuale di indecisi, pari in Lombardia a 1 elettore su 4. ''E' in gran parte - evidenzia - un elettorato d'opinione e deluso dall'offerta degli schieramenti tradizionali. Ormai gli elettori schierati hanno gia' fatto la scelta''.

Infine, un appello destinato ai lombardi: ''Sconfiggiamo gli apparati tradizionali, votando per il vero riformismo che non si rifa' a questi partiti che hanno ingessato l'Italia per 20 anni''.

com-fcz/sam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech