giovedì 08 dicembre | 20:04
pubblicato il 13/feb/2011 16:48

Lodo Mondadori/Da domani camera di consiglio. Sentenza 14 aprile

Cir e Fininvest depositano le repliche, causa finita

Lodo Mondadori/Da domani camera di consiglio. Sentenza 14 aprile

Milano, 13 feb. (askanews) - Domani, con il deposito delle repliche alle conclusionali di 20 giorni fa da parte di Cir e Fininvest, finisce la causa d'appello relativa al lodo Mondadori. I giudici dalle 13 di domani saranno in sostanza in camera di consiglio e avranno 60 giorni di tempo per emettere la sentenza che dovrà confermare o ribaltare il verdetto di primo grado del giudice Raimondo Mesiano che decise per un risarcimento di 750 milioni di euro dalla società di Silvio Berlusconi a quella di Carlo De Benedetti. Sta imboccando la dirittura d'arrivo un'altra vicenda giudiziaria relativa al presidente del Consiglio e per questo di grande impatto politico. La causa civile era stata intentata dalla Cir perchè Berlusconi legale rappresentante di Fininvest uscì solo per prescrizione attraverso la concessione delle attenuanti generiche dalla vicenda penale che poi ha portato alla condanna di Cesare Previti e altri imputati per corruzione in quanto avevano comprato pagando il giudice Vittorio Metta la sentenza che annullò il lodo arbitrale favorevole a De Benedetti nella guerra per il controllo di quella che all'epoca era la più grande casa editrice italiana. I legali della Fininvest hanno sempre sostenuto che la Cir non ebbe alcun danno economico dall'annullamento del lodo perchè la decisione era stata presa da un collegio di tre giudici e i soldi a Metta non influirono sul verdetto. Per la Cir, il giudice Metta essendo il relatore decise la sentenza perchè era stato corrotto, come accertato poi in via definitiva a livello penale dalla Cassazione. Il mese scorso a livello di tesi finali Fininvest aveva ribadito la richiesta già rigettata dai giudici d'Appello di richiamare i periti per ulteriori chiarimenti. Sul punto gli avvocati del gruppo fondato da Berlusconi insisteranno anche in sede di repliche. I giudici della corte d'Appello di Milano emetteranno la sentenza entro la data del 14 aprile (termine non tassativo) e la decisione della giustizia civile arriverà mentre saranno in corso 3 processi penali con Silvio Berlusconi imputato: il 28 febbraio riprenderà il processo sui diritti tv di Mediaset, il 5 marzo l'udienza preliminare di Mediatrade, l'11 marzo il caso della presunta corruzione di David Mills. Tra domani e dopodomani infine è attesa la decisione del gip Cristina Di Censo sulla richiesta della procura di processare il capo del governo per concussione e prostituzione minorile nell'ambito della vicenda Ruby.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni