venerdì 09 dicembre | 09:22
pubblicato il 17/set/2014 14:32

Liga Veneta guarda alla Scozia: "viva l'indipendenza dei popoli"

Manifestazione davanti palazzo Chigi

Liga Veneta guarda alla Scozia: "viva l'indipendenza dei popoli"

Roma, (askanews) - Il referendum per l'indipendenza scozzese rinfocola le speranze dei leghisti veneti, di fronte a Palazzo Chigi assieme al segretario nazionale Flavio Tosi per chiedere l'indipendenza di tutti i popoli, come dice Matteo Bragantini:"Siciliani, lombardi, piemontesi perché noi siamo per la libertà di tutti i popoli. Il Veneto è avanti in questo momento perché ha già fatto la legge elettorale ma ci saranno anche altri popoli di questa Italia".Secondo la Liga Veneta il referendum scozzese rappresenta un momento storico per tutti gli indipendentisti, nella speranza di un effetto cumulativo; l'8 novembre toccherà alla Catalogna, mentre il Veneto intende andare alle urne nel maggio del 2015. Ma in luglio, il governo ha impugnato davanti alla Corte Costituzionale le leggi approvate dal Consiglio regionale che autorizzano i referendum su autonomia e indipendenza.

Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina