venerdì 09 dicembre | 16:21
pubblicato il 02/apr/2011 17:02

Libia/ Ribelli: Gheddafi non vuole pace; Brega a insorti-punto

inchiesta Nato su vittime raid

Libia/ Ribelli: Gheddafi non vuole pace; Brega a insorti-punto

Roma, 2 apr. (askanews) - Gheddafi "non vuole la pace". Dopo il rifiuto di qualsiasi cessate il fuoco da parte del regime di Tripoli gli insorti libici replicano sul terreno - attaccando e riconquistando Brega - e sul piano politica, accusando il rais di non "volere" la pace. Il rifiuto da parte di Tripoli dell'offerta di un cessate-il-fuoco "E' la prova che Gheddafi non vuole la pace. Vuole infliggere al popolo libico più danni possibili prima di lasciare il potere", ha dichiarato alla stampa il portavoce del Consiglio nazionale di transizione (Cnt)n Mustapha Gheriani. Sul terreno gli insorti libici sono tornati ad avanzare . La riconquista di Brega, annunciata in mattina da un comunicato dei ribelli, sembra cosa fatta. Reporter dell'emittente araba al Jazeera danno la riconquista per avvenuta e solo pochi uomini di Gheddafi sarebbero ancora in città. La Nato, intanto, ha deciso di aprire un'inchiesta sul raid di ieri tra Brega e Ajdabiya che avrebbe appunto fatto almeno 15 vittime "amiche". ,Secondo prime ricostruzioni, le forze di Gheddafi si sarebbero infiltrate tra i fuoristrada dei ribelli, sparando poi in aria, inducendo i jet della Nato a bombardare il convoglio. Sul fronte della diplomazia, mentre la farnesina conferma che lunedì' mattina il ministro degli Esteri Franco Frattini incontrerà il responsabile per la politica estera del Consiglio Nazionale di Transizione libico, Ali al Issawi, è di questa mattina la notizia di contatti e trattative a cui starebbe lavorando Saif al islam, il figlio di Gheddafi. Saif, dice la stampa britannica, starebbe cercando di entrare in contatto con l'intelligence britannica e italiana, tanto da alimentare il sospetto che sia pronto ad abbandonare il padre. Stando a quanto riferisce oggi il Mail, i britannici avrebbero escluso qualsiasi ruolo per Saif nel futuro della Libia, affermando invece di essere pronti ad ospitarlo qualora decidesse di abbandonare il regime.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Veronafiere, Usa: le regole import sui vini biologici
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Morto a 95 anni John Glenn, il primo austronauta Usa in orbita
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina