martedì 21 febbraio | 01:39
pubblicato il 04/mar/2016 19:21

Libia, Prodi: Italia non assuma responsabilità disastri di altri

"Non sono le condizioni che l'Italia può accettare"

Libia, Prodi: Italia non assuma responsabilità disastri di altri

Genova (askanews) - "Allora inizia la guerra in Libia, la iniziano i francesi e gli inglesi, gli italiani riluttanti seguono e dobbiamo essere noi ad assumerci la responsabilità del disastro fatto dagli altri e allo stesso tempo la responsabilità di una missione impossibile. Se uno va con le truppe di terra si tratta di una vera guerra, queste non sono le condizioni che un paese come l'Italia può accettare". Lo ha affermato Romano Prodi a Genova parlando di un possibile intervento militare in Libia a margine di un dibattito organizzato nell'ambito della terza edizione del festival della rivista di geopolitica Limes.

Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia