lunedì 05 dicembre | 04:01
pubblicato il 12/apr/2011 17:01

Libia/ La Russa: Riluttanti a bombardare, incontrerò Gates

"Stiamo già facendo la nostra parte"

Libia/ La Russa: Riluttanti a bombardare, incontrerò Gates

Roma, 12 apr. (askanews) - "C'è stata chiesta una maggiore partecipazione ai bombardamenti in Libia, ma da parte nostra c'è una certa riluttanza". Lo ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, conversando con i giornalisti alla Camera. Un argomento del quale il ministro La Russa ha appena discusso al telefono con il segretario di Stato alla Difesa americano, Bob Gates, con il quale ha fissato un pranzo di lavoro lunedì prossimo a Washington. La Russa ha precisato che la "riluttanza" italiana "non è etica", perchè "con il lavoro dei nostri Ecr mettiamo in condizione gli alleati di bombardare", ma deriva piuttosto dall'impegno italiano in altri settori: "Ci siamo presi il peso di fornire le basi, gli Ecr, i cacci, il supporto all'embargo navale, siamo in prima linea sul fronte umanitario". Insomma, "abbiamo i titoli per dire che stiamo già facendo la nostra parte".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari