venerdì 09 dicembre | 09:26
pubblicato il 22/feb/2011 21:21

Libia/ Berlusconi a Gheddafi: Scongiurare guerra civile

Dal premier appello alla "moderazione": Serve soluzione pacifica

Libia/ Berlusconi a Gheddafi: Scongiurare guerra civile

Roma, 22 feb. (askanews) - Nel colloquio telefonico seguito al discorso di Gheddafi alla nazione, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e il leader libico hanno parlato degli ultimi sviluppi nel paese nordafricano. A quanto si apprende, da parte italiana si è sottolineata la "necessità di lavorare per una soluzione pacifica che scongiuri la guerra civile, all'insegna della moderazione". Le fonti fanno notare che già ieri sera Berlusconi si era detto "allarmato per l'aggravarsi degli scontri" in Libia, condannando "l'uso inaccettabile della violenza sulla popolazione civile". E in queste ore, palazzo Chigi, il ministro della Difesa Ignazio La Russa e quello degli Esteri Franco Frattini hanno smentito a più riprese le voci girate su alcuni blog e social network secondo cui gli italiani avrebbero fornito aiuti al regime contro i manifestanti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina