venerdì 02 dicembre | 21:35
pubblicato il 21/gen/2012 14:40

Libia/ Al Kib: Italia già perdonata per suo passato coloniale

Fra i due paesi "profondi rapporti di amicizia da approfondire"

Libia/ Al Kib: Italia già perdonata per suo passato coloniale

Tripoli, 21 gen. (askanews) - Nonostante i profondi cambiamenti politico-sociali in corso in Libia dopo la caduta di Gheddafi, le nuove autorita' provvisorie di Tripoli hanno "gia' accettato la richiesta di perdono" dell'Italia per il suo passato coloniale. Lo ha riferito alla stampa il premier libico Abdel Rahim Al Kib, dopo l'incontro di oggi a Tripoli con il presidente del Consiglio Mario Monti. "Per quanto riguarda il rapporto tra i due paesi" il capo del governo provvisorio libico ha voluto "ribadire l'importanza dei profondi rapporti di amicizia fra l'Italia e la Libia" che i due governi "cercheranno di approfondire ulteriormente attraverso nuove vie".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Renzi: risultato aperto, in 48 ore ci giochiamo i prossimi 20 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari