giovedì 08 dicembre | 19:46
pubblicato il 21/gen/2012 19:25

Liberalizzazioni/ Monti ai partiti: Sconsiglio toccare equilibri

Pd-Terzo Polo: Osare di più. Distinguo Pdl, ok da Alfano

Liberalizzazioni/ Monti ai partiti: Sconsiglio toccare equilibri

Roma, 21 gen. (askanews) - Il minimo comun denominatore delle forze politiche che compongono l'eterogenea maggioranza del governo è la richiesta di modificare il decreto liberalizzazioni. Per il resto, Pd Pdl e Terzo Polo mandano segnali differenti al presidente del Consiglio Mario Monti, fra richieste di correzioni di rotta e inviti a osare di più. Il premier, in visita a Tripoli, 'sconsiglia' i partiti di far venire meno la "logica d'insieme" dell'atteso provvedimento, promettendo comunque un nuovo giro di consultazioni con i partiti per "illustrare" le novità. Anche perché "abbiamo cercato di fare molto, bilanciando i carichi e i contributi di ogni categoria chiamata a dare per togliere il gesso dall'economia". Il premier esprime innanzitutto una convinzione: "sono certo che anche questa volta prevarrà" l'interesse generale. Poi rileva: l'intento del 'Cresci-Italia' non è quello di "alzare gli stipendi", ma avrà come conseguenza anche quella di "moderare il costo della vita". Come sempre certamente "il Parlamento è sovrano", aggiunge Monti, ma come governo "sconsiglieremmo far venir meno la logica di insieme. Si vedrà nel corso dell'iter parlamentare, certo è che, pur tra distinguo e mal di pancia, le principali forze politiche non bocciano il testo. Il Terzo Polo, in particolare, continua nella scelta di vestire i panni di forza 'montiana'. Il leader Udc Pier Ferdinando Casini, ad esempio, spiega su Twitter: "Per alcuni è un decretino, per altri un decretone.. per noi è una cosa seria che né Prodi né Berlusconi avevano mai fatto". Francesco Rutelli, a nome dell'Api, sottoscrive e anzi chiede di "ampliare" il progetto. E Gianfranco Fini chiude il cerchio: "Monti ha preso di petto alcune questioni antiche, con la stessa determinazione ora tocchi i temi del lavoro". Se il Terzo Polo acconsente, il partito che mostra maggiore disagio sembra essere il Pdl. Un cauto sostegno arriva dal segretario, Angelino Alfano: "Noi apprezziamo lo sforzo del governo, siamo a favore delle liberalizzazioni" se "riducono i costi e offrono servizi migliori: Se centrano questo obiettivo le sosterremo in Parlamento", dove comunque il testo "può essere migliorato". Ma sono in molti a marcare le distanze dal provvedimento, nel partito di Berlusconi. Chiede "miglioramenti" Gasparri, promette "approfondimenti" Cicchitto, mentre da Matteoli arriva una bocciatura: alcuni punti sono "inaccettabili". Se il Pdl chiede correzioni e guarda con attenzione ad alcune scelte che penalizzano categorie considerate di riferimento, il Pd dal canto suo invita l'esecutivo a insistere sul cammino intrapreso con maggiore coraggio. Il segretario Pier Luigi Bersani chiarisce: "Distanze da Monti? Io sono a sostegno di Monti senza se senza ma e senza tacere le nostre idee. Siamo entusiasti che dopo 5 anni di silenzi e arretramenti ci sia un governo che sta otto ore sul pacchetto largo di una manovra che copre un universo vastissimo e non nove minuti e mezzo sulla finanziaria. Ci sono cose significative, diciamo bene ma proporremo di fare di più in Parlamento". Alle Camere, assicurano Franceschini, Enrico Letta e Bindi, i democratici reclameranno miglioramenti: "Chiederemo di più". I più critici restano Idv e Lega. Antonio Di Pietro prende le distanze: "Si poteva, anzi si doveva, essere molto meno timidi in materia di banche, assicurazioni ed energia, perché sono quelle le voci che fanno la differenza tra il fumo e l'arrosto". Netta la bocciatura del leghista Roberto Calderoli: "Ancora una volta il Governo dei pifferai magici approva un decreto legge che farà solo danni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni