sabato 03 dicembre | 15:21
pubblicato il 05/set/2014 13:57

Libano: Latorre (Pd), terrorismo principale nemico dell'Islam

(ASCA) - Roma, 5 set 2014 - Nicola Latorre, presidente della commissione Difesa a Palazzo Madama, questa mattina insieme all'ambasciatore italiano Giuseppe Morabito, ha incontrato a Faide, un paese nel nord del Libano vicino Tripoli, la famiglia del soldato libanese decapitato dall'Isis, Ali Sayyed. A loro ha portato le condoglianze a nome del governo e delle istituzioni italiane. ''Il terrorismo ha sequestrato l'Islam. L'occidente - ha detto Latorre al termine dell'incontro - insieme ai paesi arabi con la piu' larga coalizione internazionale (i musulmani, i cristiani e i laici uniti), devono impegnarsi a sconfiggere il terrorismo che e' il nemico principale dei musulmani. Confermo tutto il sostegno dell'Italia alle forze armate libanesi e l'impegno a rafforzarne ulteriormente le capacita' operative. Il nostro auspicio e' che la drammatica vicenda dei militari libanesi ancora in ostaggio dei terroristi dell'Isis si risolva al piu' presto con la loro liberazione''. com-njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari