venerdì 02 dicembre | 23:35
pubblicato il 24/dic/2014 17:46

Lettera Natale di Berlusconi: meno tasse, e solo una flat tax

D'accordo con ,la sinistra solo sulle riforme

Lettera Natale di Berlusconi: meno tasse, e solo una flat tax

Roma, 24 dic. (askanews) - "Caro Politico, desidero rivolgerti un affettuoso augurio per un Buon Natale e per un anno nuovo nel quale tu possa realizzare tutti i progetti che hai nel cuore per te e per le persone a cui vuoi bene". Inizia così, indirizzandosi a un generico 'politico' la lettra che Silvio berlusconi ha scritto per natale.

Berlusconi ribadisce il programma di governo che vorrebbe mettere in pratica, in tre punti. Uguali. "Il 1° punto: meno tasse, il 2° punto: meno tasse, il 3° punto: ancora meno tasse". "Meno tasse sulle famiglie per rilanciare i consumi. Meno tasse sulle imprese, perché possano produrre di più e tornare ad assumere e ad investire. Nessuna tassa sulla casa, perché la casa è sacra, è il pilastro su cui ogni famiglia ha il diritto di costruire la sicurezza del proprio futuro e non dev'essere soggetta a nessun prelievo fiscale".

Per gli anziani, scrive ancora l'ex premier, "un'attenzione speciale", con aumento delle pensioni minime a 1000 euro al mese per 13 mensilità; interventi di medicina sociale con assistenza sanitaria completa; nessuna tassa sulla casa; nessuna imposta di successione.

"Tutto questo si può ottenere - sottolinea - con la flat tax, la tassa al 20% uguale per le famiglie e per le imprese, che ormai funziona benissimo nei 38 Paesi in cui è stata adottata, ed è, con la formula liberale, il solo modo per rilanciare lo sviluppo, quello che appunto la sinistra non è capace di fare.

"Votare con la sinistra le riforme Costituzionali - scrive ancora - non significa quindi confondere il nostro ruolo di oppositori con quello della maggioranza, perché noi siamo all'opposizione di questa sinistra su tutto il resto e cioè sulla politica economica, sulla politica fiscale, sulla spesa pubblica, sulla riforma della giustizia, sulla sicurezza, sulla politica estera e su tutto il resto".

"Possiamo farcela - conclude Berlusconi - . Dobbiamo farcela".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari