martedì 21 febbraio | 13:08
pubblicato il 06/feb/2014 12:00

Letta scrive al Tempo: "paese unito per riportare a casa i marò"

"Ci aspettiamo passi concreti India, senza più rinvii"

Letta scrive al Tempo: "paese unito per riportare a casa i marò"

Roma, 6 feb. (askanews) - Con una lettera in prima pagina sul Tempo, il premier Enrico Letta è tornato a ribadire il forte impegno del governo italiano per "riportare a casa i marò", come scritto sulla striscione affisso da alcuni giorni sulla facciata del palazzo che ospita il giornale a Roma. "La posizione dell'esecutivo è chiara - scrive il premier - da mesi lavoriamo affinché si possa giungere al più presto a una soluzione equa della vicenda. Ci aspettiamo ora segnali concreti e coerenti da parte dell'India". "Ci aspettiamo, prima di tutto, - precisa Letta - che la Corte Suprema si pronunci il 10 febbraio, senza più rinvii, in merito alle nostre richieste". Il governo "continuerà a operare senza sosta e senza proclami velleitari" per riportare a casa Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. Nella lettera Letta ha sottolineato le "manifestazioni di solidarietà" ricevute dall'Europa e dai partner internazionali.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia