giovedì 23 febbraio | 19:51
pubblicato il 12/feb/2014 12:00

Letta: questo era e rimane governo di servizio al Paese

"Mi comporterò da uomo delle istituzioni"

Letta: questo era e rimane governo di servizio al Paese

Roma, 12 feb. (askanews) - Enrico Letta ricorda che il suo è un "governo di servizio al paese" e che lui si muove come "uomo delle istituzioni". Parlando in conferenza stampa, il premier spiega: "Mi considero un uomo delle istituzioni, così mi sono comportato adesso e mi comporterò anche in seguito. Lo dico perché la mia vicenda qui nasce a partire da una situazione drammatica quale è stata quella di febbraio-aprile dello scorso anno. Situazione drammatica che si è potuto sbloccare soltanto grazie al sacrificio del presidente della Repubblica ha portato allo sblocco della situazione e alla nascita di quello che fin dall'inizio ho chiamato un governo di servizio al paese. Anche adesso considero (questo governo, ndr) legato al servizio al paese e non a prospettive personali, a cose che sto facendo adesso e che potrò fare nel futuro".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Pd
Renzi: in California cerco idee anti-populisti
Aborto
Aborto, senatori Pd: ora legge per concorsi medici non obiettori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech