martedì 28 febbraio | 18:32
pubblicato il 26/nov/2013 17:09

Letta: perche' Italia agganci ripresa evitare situazione...(1 update)

(ASCA) - Roma, 26 nov - L'Italia deve agganciare la ripresa, dalla quale possono arrivare nuovi posti di lavoro. Ma per fare questo ''non deve esserci in Italia una situazione caotica. E' quello su cui sto lavorando da sette mesi e per cui continuo a lavorare''. Cosi' il premier Enrico Letta, nella conferenza stampa al termine del vertice Italia-Russia di Trieste, risponde a chi gli domanda di Silvio Berlusconi e delle fibrillazioni che la sua vicenda sta provocando nella politica italiana.

''Noi - spiega Letta - abbiamo un drammatico bisogno di crescere, di creare posti di lavoro. C'e' una ripresa da agganciare e in questo senso il rapporto con la Russia ci puo' dare posti di lavoro in settori per noi strategici. Per questo - dice ancora il premier - devo concentrarmi perche' i risultati raggiunti qui a Trieste possano concretizzarsi. E perche' si concretizzino in Italia non deve esserci una situazione caotica''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Vitalizi
M5s: Boldrini calendarizza nostra proposta su pensioni deputati
L.elettorale
Finocchiaro:indispensabile nuova legge elettorale maggioritaria
Mdp
Nasce gruppo Mdp Camera con 37 deputati, Laforgia presidente
Pd
Battezzati i gruppi Mdp, scissione Pd formalizzata in Parlamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Europa: porta aperte alla Cina nel segno del Turismo
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech