martedì 17 gennaio | 12:04
pubblicato il 21/nov/2013 12:00

Letta: manteniamo impegno, seconda rata Imu non si paga

Martedì Cdm, provvedimento in parallelo con dl quote Bankitalia

Letta: manteniamo impegno, seconda rata Imu non si paga

Roma, 21 nov. (askanews) - "La seconda rata dell'Imu non sarà pagata dalle famiglie italiane. L'impegno preso sarà rispettato". Lo ha detto il premier Enrico Letta in conferenza stampa a palazzo Chigi, dopo il Consiglio dei ministri che ha rinviato a martedì il decreto. Il rinvio, ha spiegato Letta, "è esclusivamente un fatto formale perchè i due provvedimenti devono andare in parallelo e le banche saranno toccate da entrambi i provvedimenti, uno per le quote e l'altro per l'aumento degli acconti delle banche e le assicurazioni da pagare entro quest'anno". Sul tema della rivalutazione delle quote della Banca d'Italia, ha spiegato, era "necessario il parere della Bce che arriverà nelle prossime ore, prima non è possibile finalizzare questo provvedimento. Martedì quando avremo tutto il processo formale completo" si potranno varare entrambi i decreti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Centrodestra
Salvini sfida Berlusconi su leadership. Cav: io ancora decisivo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Ricerca, tartaruga gigante ultimo pasto di squalo del Mesozoico
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Tempesta di neve in Tunisia: migliaia di auto intrappolate