sabato 03 dicembre | 17:08
pubblicato il 23/gen/2014 12:00

Letta: lotta alla mafia e ai suoi patrimoni priorità governo

"Ci sarà un impegno senza quartiere"

Letta: lotta alla mafia e ai suoi patrimoni priorità governo

Roma, 23 gen. (askanews) - Tra le priorità dell'azione di governo nel 2014 ci saranno la "lotta alla mafia" e "l'aggressione ai patrimoni della criminalità". Lo ha detto il presidente del Consiglio Enrico Letta durante la presentazione del Rapporto della Commissione per l'elaborazione di proposte per la lotta alla criminalità, istituita nei mesi scorsi. "La lotta alla mafia, l'aggressione ai patrimoni della criminalità, rappresenterà sicuramente una delle chiavi di lavoro di questo anno di governo, in questo momento dare un segnale molto forte è fondamentale non solo per un tema di etica ma anche perché è fondamentale che sulle questioni essenziali legate al contrasto, ai patrimoni e alla finanza criminale". Letta ha assicurato un "impegno senza quartiere da parte del governo, in linea con lo spirito del paese che oggi è determinato a far sì che si raggiungano risultati molto importanti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari