mercoledì 07 dicembre | 21:10
pubblicato il 25/set/2013 12:00

Letta all'Onu: fine crisi a portata di mano, imperativo crescita

Priorità sviluppo, adattare capacità sistema economico

Letta all'Onu: fine crisi a portata di mano, imperativo crescita

New York, 25 set. (askanews) - Con la fine della crisi globale "finalmente a portata di mano, è imperativo fare di crescita e sviluppo la prima priorità" e "aumentare la capacità del sistema economico e sociale per adattarlo ai rapidi cambiamenti di un mondo complesso". Lo ha detto il presidente del Consiglio Enrico Letta, durante il discorso pronunciato davanti all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, riunita al Palazzo di Vetro di New York per la 68esima sessione. Sul tema dell'agenda per lo sviluppo a partire dal 2015, l'Italia condivide la visione dell'Onu sulla necessità di "un'evoluzione del modo di pensare", cercando di risolvere i problemi mondiali alla radice piuttosto che limitarsi agli effetti collaterali. Un approccio integrato allo sviluppo "include anche attenzione alle dimensioni sociali".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Renzi: governo istituzionale ma largo, sennò non temo voto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni