martedì 24 gennaio | 10:27
pubblicato il 06/nov/2012 05:10

L.elettorale/ Oggi riprende esame in Senato, resta nodo premio

Nessun passo avanti tra Pdl-Pd, Bersani:Cambiano idea ogni 48 ore

L.elettorale/ Oggi riprende esame in Senato, resta nodo premio

Roma, 6 nov. (askanews) - Oggi la commissione Affari Costituzionali del Senato riprenderà l'esame della riforma elettorale e, dopo una settimana di pausa, "il vero punto politico del provvedimento" per dirla col presidente della Commissione, Carlo Vizzini, non è stato risolto: tra Pdl e Pd, spiega ancora il senatore siciliano, "non c'è ancora una mediazione" sulla soglia minima di consenso da ottenere alle elezioni per accedere al premio di maggioranza del 12,5% previsto dal ddl Malan. Quella soglia che il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha sollecitato a più riprese, sulla scorta anche di diversi rilievi fatti dalla Corte costituzionale al Porcellum che quella soglia non la prevede. Il Pd è l'unico gruppo a non volerla, o per lo meno non nelle percentuali ipotizzate negli emendamenti degli altri gruppi che la fissano tra il 40 e il 45%. Anche se i numeri per approvarla ci sarebbero, il Pdl, in preda a una fase convulsa e spaesato di fronte alle esternazioni altalenanti di Silvio Berlusconi sulla legge elettorale, la scorsa settimana ha chiesto uno slittamento di sette giorni dell'esame della riforma. La settimana di time out non ha favorito l'intesa: "Non c'è nessun passo avanti", spiega Gaetano Quagliariello, vicepresidente dei senatori del Pdl. E' naufragata anche la possibile mediazione sull'emendamento firmato da Gianpiero D'Alia (Udc) che fissa la soglia minima per accedere al premio al 42% e prevede che se nessuno la raggiunge il premio venga assegnato al primo partito nella misura di 31 seggi. Per i democratici a Palazzo Madama non si può andare oltre il 35%. Per convincere il partito di Pierluigi Bersani sarebbero state messe in discussione anche le preferenze previste dal ddl Malan ma invise a una parte dei pidiellini: al loro posto il Pdl avrebbe proposto piccole liste bloccate con pochi nomi. Ma la risposta dal Nazareno è stata negativa. Oggi la Commissione è convocata alle 14 e poi, in notturna, alle 20.30.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4