domenica 04 dicembre | 21:29
pubblicato il 19/set/2014 18:30

L.elettorale: incognita relatore se Bruno a Consulta

(ASCA) - Roma, 19 set 2014 - Che la legge elettorale voglia mettere il turbo sembra cosa assodata, specie dopo l'annuncio di ieri della presidente della commissione Affari costituzionale, Anna Finocchiaro che l'Italicum sarebbe stato argomento dell'ufficio di presidenza della prossima settimana (convocato oggi via sms per mercoledi' alle 14,15) per una rapida calendarizzazione. Ma soprattutto dopo che ieri sera Matteo Renzi e Silvio Berlusconi nel loro incontro a Palazzo Chigi hanno affrontato anche questo tema, nel senso di una sua accelerazione.

Mercoledi' dunque l'ufficio di presidenza della commissione affrontera' questo capitolo, e dovra' forse risolvere un problema ulteriore, quello dei relatori. Seppure la nomina di questi ultimi spetti da regolamento alla presidente della commissione, ovvero ad Anna Finocchiaro, i nomi che da tempo circolano in tal senso sono quelli della democratica Doris Lo Moro affiancata come corelatore da Donato Bruno per Forza Italia. E' evidente che l'eventuale (con tutte le scaramanzie del caso, per carita') elezione di Bruno alla Corte costituzionale aprirebbe la fase della sua sostituzione in quanto co-relatore in pectore (la nomina dei relatori avviene dopo l'incardinamento del provvedimento in commissione) e della sua successione in seno alla commissione stessa.

In questo caso a decidere i sostituti e' il gruppo e piu' precisamente il presidente, ovvero Paolo Romani, sentite le richieste dei senatori e valutati i loro titoli.Come senatore invece, essendo la carica di giudice costituzionale incompatibile con quella di parlamentare, Bruno sarebbe sostituito dal primo dei non eletti in Puglia, Michele Boccardi .

Tornando alla commissione, attualmente i componenti azzurri, escluso Bruno, sono il vicepresidente Claudio Fazzone, Anna Maria Bernini, Paolo Romani, Pierantonio Zanettin (in corsa per il Csm). Ufficialmente il tema della successione in commissione e sostituzione come relatore in pectore di Bruno non e' stata ancora affrontata, ma nella realta' ''ci si sta ragionando'' tra gli esponenti del partito e non da pochi giorni.

Come di regola le voci sono molte, e se qualcuno sottolinea che Bernini, essendo stata nel passato gia' membro della prima commissione alla Camera e per i suoi titoli sarebbe una candidata ideale a raccogliere il testimone di Bruno per la legge elettorale, a questa si affianca anche la possibilita' di una scelta a sorpresa di diverso genere, magari proprio tra il (o i) nuovi componenti la commissione.

Per quanto riguarda il provvedimento, fissata la sua calendarizzazione nei lavori di commissione, dopo la nomina dei relatori bisognera' dare loro il tempo per la stesura della relazione, che si annuncia particolarmente corposa, dovendo ricostruire tutto quanto successo e come si e' arrivati al ddl in questione. La settimana entrante sara' dunque sotto il profilo della legge elettorale e della commissione dedicata all'organizzazione pratica.

Politicamente si dovranno risolvere velocemente gli aspetti di un'eventuale sostituzione, e poi si potra' dare il via all'esame.

njb

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari