sabato 03 dicembre | 01:19
pubblicato il 15/nov/2013 16:51

Legge stabilita: Biancofiore, governativi Pdl motivino sostegno a Letta

Legge stabilita: Biancofiore, governativi Pdl motivino sostegno a Letta

(ASCA) - Roma, 15 nov - ''La bocciatura della legge di stabilita' e' la certificazione che il governo sta lavorando male e in direzioni sbagliate senza quel coraggio che dovrebbe essere implicito ad un esecutivo di larghe intese retto da due giovani. Cio' si aggiunge alla notizia, sempre odierna delle10.000 imprese chiuse in un anno, 36 al giorno, al dato Istat sul calo del Pil dell'1,9% e sul rapporto deficit -Pil salito al 133% col governo Letta mentre col governo Berlusconi non sfiorava il 121%''. Lo afferma Michaela Biancofiore - Coordinatrice Regionale FI Trentino Alto Adige.

''Tutto cio' premesso, trovino ora i governativi una ragione una, per motivare il loro sostegno senza se e senza ma al governo contraddicendo tutta la propria storia politica e venti anni di amicizie. Appoggiare questo governo non combacia assolutamente con l'interesse e la stabilita' del Paese'', conclude Biancofiore.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari