giovedì 19 gennaio | 18:23
pubblicato il 15/ott/2013 22:07

Legge stabilita': vale 27,3 mld in tre anni. Niente tagli alla sanita'

Legge stabilita': vale 27,3 mld in tre anni. Niente tagli alla sanita'

(ASCA) - Roma, 15 ott - Ventiquattro miliardi e seicento milioni di euro nel triennio 2014-2016 (8,6 mld per l'anno prossimo). E' quanto reperisce la legge di Stabilita' al vaglio del Consiglio dei ministri, ancora in corso, e che dispone interventi per 27,3 miliardi, sempre nel triennio (11,6 nel 2014). I 2,7 miliardi mancanti arriveranno dal ''premio degli impegni assunti con Bruxelles'', come ha dichiarato il presidente del Consiglio, Enrico Letta. Gli interventi triennali comprendono 14,6 miliardi per sgravi fiscali, di cui 5 per i lavoratori e 5,6 per le imprese, oltre a 1 miliardo per ristrutturazioni edilizie ed ecobonus. Undici miliardi e duecento milioni serviranno invece per azioni sociali, progetti di investimento, impegni internazionali e 1,5 mld per investimenti a livello locale e la restituzione di debiti commerciali di parte capitale. Nel solo 2014, per la tanto dibattuta riduzione del cuneo fiscale, sono messi a disposizione 2,5 mld di euro: 1,5 mld per ridurre l'Irpef sulle fasce medio-basse, 40 milioni per ridurre l'Irap sulla quota lavoro e 1 mld per ridurre i contributi sociali sulle imprese. Gli sgravi fiscali ammontano in tutto a 3,7 mld, in quanto comprendono anche 1 mld di trasferimenti ai Comuni per ridurre il prelievo della service tax, 130 milioni per l'Iva sulle cooperative sociali e 70 milioni per i contratti che seranno trasformati da tempo deteminato a tempo indeterminato. La legge di Stabilita' ha lo scopo dichiarato di ridurre il prelievo per famiglie e imprese come anche la pressione fiscale, che passera' dal 44,3% al 43,8 nel 2015 al 43,3% nel 2016. Tra gli altri obiettivi, quello di ridurre l'incidenza della spesa pubblica primaria sul Pil dal 46% del 2013 al 45,5% del 2014. Per quanto riguarda le coperture, sono stati evitati i tagli alla sanita' e gli 8,6 miliardi reperiti per il 2014 si dividono in 3,5 mld da tagli di spesa (al bilancio dello Stato e alla spesa delle Regioni), 3,2 da dismissioni, rivalutazione cespiti e partecipazioni e trattamento delle perdite, mentre 1,9 da interventi fiscali, quali l'aumento del bollo sulle attivita' finanziarie, il visto di conformita' per le compensazioni sulle imposte dirette e interventi sulle agevolazioni fiscali. Il governo poi precisa che sono in programma interventi che determineranno entrate di natura straordinaria, attualmente di difficile quantificazione e che verranno utilizzate per il rimborso di ulteriori quote di debiti commerciali in conto capitale ed eventualmente per altre finalita' di natura non strutturale. La manovra, come sottolineato in conferenza stampa a Palazzo Chigi dal ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, consente di raggiungere l'obiettivo di indebitamento netto indicato nella Nota di aggiornamento del DEF. ''Il disavanzo - spiega il governo - nel 2014 risultera' pari al 2,5 per cento del PIL, per effetto di misure di sostegno all'economia pari allo 0,2 per cento del prodotto. La Legge di stabilita' include inoltre una norma che definisce interventi strutturali dell'ordine di 3 miliardi l'anno nel triennio 2015-17 al fine di raggiungere il saldo programmato per il 2015, 2016 e 2017 (rispettivamente 1,6%, 0,8% e 0,1% del PIL)''. sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale