sabato 03 dicembre | 21:09
pubblicato il 12/nov/2013 17:57

Legge stabilita': Rughetti (Pd), evitare che piu' deboli paghino conto

Legge stabilita': Rughetti (Pd), evitare che piu' deboli paghino conto

(ASCA) - Roma, 12 nov - ''Ho il timore di tornare al 2007 quando si fece una grande operazione di riduzione del cuneo fiscale ma poi il conto lo pagarono i cittadini piu' deboli perche' i comuni furono costretti ad elevare tutte le aliquote a cominciare da ICI, addizionale IRPEF e tariffe''.

Lo afferma Angelo Rughetti, deputato del Pd e componente della commissione Bilancio della Camera commentando i tanti emendamenti presentati al Senato alla legge di stabilita'.

''Per evitare che cio' accada, continua Rughetti, e' necessario che il governo dia subito ai comuni certezza sulla seconda rata Imu e sulla struttura della nuova tassa sugli immobili senza fare giochini perche' se i comuni dovessero avere un ammanco a causa della mancata compensazione per l'abrogazione dell'Imu e' chiaro che sarebbero costretti a ritoccare verso l'alto le aliquote. Bene ha fatto Anci, con il Presidente Fassino a richiamare l'attenzione del governo su questo tema'', conclude Rughetti.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, Renzi: brogli? Siamo seri, polemiche stanno a zero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari