sabato 03 dicembre | 04:03
pubblicato il 21/nov/2013 15:50

Legge stabilita': M5S, emendamento stadi nuovo colpo mortale a suolo

(ASCA) - Roma, 21 nov - ''Un'accelerazione al consumo di suolo e alla speculazione edilizia. Ecco quello che, a nostro avviso, sara' il risultato dell'emendamento del Governo al disegno di legge di stabilita' che prevede una semplificazione autorizzatoria per l'ampliamento e la realizzazione di impianti sportivi, nonche' di costruzioni anche non contigue agli impianti ma ad essi funzionali, economicamente e finanziariamente. E' proprio questo il punto non chiaro dell'emendamento che lascia, di fatto, aperte le maglie a chi vuole continuare a cementificare il nostro paese non rendendosi conto che ormai non c'e' piu' suolo da consumare''. E' quanto scrivono in una nota congiunta i deputati del MoVimento 5 Stelle delle commissioni Ambiente ed Agricoltura.

''La scusa di garantire strutture piu' adeguate alla pratica dello sport in Italia non regge - proseguono i deputati cinquestelle - di fronte al furto di aree verdi, di campagne, di paesaggio, di agricoltura che un'operazione come questa potrebbe comportare; anche perche' con il fondo destinato agli stadi (rifinanziato attraverso questo emendamento con 45 milioni di euro) i comuni difficilmente realizzeranno davvero impianti sportivi. Sappiamo, purtroppo, bene che la filosofia di molte, troppe amministrazioni locali e' quella della continua espansione, della continua e costante cementificazione del territorio e questa norma non fara' altro che continuare ad incentivare una pratica che deve essere fermata''. ''Dire stop al consumo di suolo significa, e' inutile negarlo, mettere un freno anche a tragedie come quella avvenuta in queste ore in Sardegna; tragedie derivanti da calamita' naturali, e' vero, ma alle quali l'uomo con la sua mania di 'sviluppo a tutti costi' ha dato una bella mano.

Dire stop al consumo di suolo - concludono i deputati M5S - significa tutelare i cittadini italiani ed questo cio' che un buon Governo dovrebbe fare, uscendo da questa schizofrenia per cui da un lato il Ministro Orlando dichiara di intervenire per fermare il consumo del suolo e, dall'altro, avallando le proposte del suo Governo finalizzare a cementificare a tutti i costi''.

com-brm/sam/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari