lunedì 23 gennaio | 13:58
pubblicato il 21/ott/2013 16:38

Legge stabilita': M5S Camera, su sanita' governo mente ancora

(ASCA) - Roma, 21 ott - ''Ora che il testo della Legge di stabilita' e' definitivo, scopriamo che nel 2015 i tagli nei confronti del personale sanitario ammonteranno a 540 milioni di euro e, nel 2016, a 610. Ancora una volta il Paese deve fare i conti con un governo che mente ai suoi cittadini e con un ministro, quello della Salute, che solo alcuni giorni fa scriveva: ''E' la prima volta in 10 anni che non ci sono tagli alla sanita' (...) abbiamo messo in sicurezza la salute degli italiani per i prossimi anni'''. Lo dichiarano i deputati del Movimento 5 Stelle in commissione Affari Sociali.

''I nostri governanti - affermano i deputati del M5S - si sono dimenticati diprecisare all'opinione pubblica che lo stop ai tagli avrebbe riguardato solo il 2014 mentre, per i due successivi, i tagli (perche' di questo si tratta) per oltre un miliardo di euro colpiranno il personale dipendente e convenzionato del Ssn. In particolare, riguarderanno il blocco dell'indennita' di vacanza contrattuale fino al 2017''.

''Il ministro Lorenzin - proseguono i deputati del M5S - afferma che nella Legge di stabilita' non ci sono tagli, ma solo il blocco del turnover, che riguarda tutta la Pubblica amministrazione. A noi queste parole sembrano un modo un po' furbetto per giocare con i numeri perche' se, turnover o non turnover, i tagli avvengono, di tagli si tratta. Inoltre il ministro afferma che tale blocco non riguarderebbe beni, servizi o la spesafarmaceutica. E' un fatto che confermiamo.

Infatti, ad essere intaccato e' il personale sanitario: non esattamente un dettaglio all'interno del comparto. Nei giorni scorsi - ricordano - siamo stati oggetto di attacchi da parte di altre forze politiche per il fatto che, in sede di commissione e presso i media, avevamo paventato la possibilita' che i tagli sarebbero stati effettuati.

Purtroppo, avevamo ragione a sollevare il problema''.

''Auspichiamo che nelle prossime ore il governo abbia la decenza di interrompere questo flusso di informazioni fuorvianti e false, parlando in termini reali al Paese. Per parte nostra - concludono i deputati M5S - riteniamo che non solo il nostro sistema sanitario non vada tagliato, ma che occorra agire in controtendenza: investendo''.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Samsung: incidenti del Galaxy Note 7 causati da batteria
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4