venerdì 02 dicembre | 23:40
pubblicato il 06/nov/2013 20:54

Legge stabilita': Letta, ci sara' finalmente segno piu' sulla crescita

(ASCA) - Roma, 6 nov - ''La legge di stabilita' da 5 anni e' la prima che non taglia i fondi alla sanita'. Per la prima volta inverte la dinamica del passato, per cui la spesa d'investimenti era sacrificata rispetto a quella corrente.

Inizia la discesa della spesa fiscale per famiglie e imprese e nel 2014 ci saranno meno tasse su attivita' finanziarie e meno su famiglie imprese. I Comuni sono considerati come alleati e non come nemici. Ci sara' finalmente il segno + sulla crescita. La differenza rispetto alle previsioni della Commissione Ue si spiega con la partita sui debiti P.A. ed ecobonus. Entrambe le cose stanno avendo impatto molto buono''. Lo afferma il premier Enrico Letta - secondo quanto si apprende - intervenendo alla riunione dei gruppi parlamentari Pd di Camera e Senato sulla Legge di stabilita'.

''La prima legge di stabilita' che fa iniziare discesa del debito. Cosa cambia? Nel dialogo con interlocutori dire che debito finalmente scende significa recuperare credibilita''', aggiunge Letta.

ceg/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari