domenica 04 dicembre | 01:46
pubblicato il 05/nov/2013 13:09

Legge stabilita': Bondi, senza radicali correzioni voto Pdl non scontato

Legge stabilita': Bondi, senza radicali correzioni voto Pdl non scontato

(ASCA) - Roma, 5 nov - ''La mia opinione personale, che spero di poter esprimere quando saranno convocati gli organi dirigenti del nostro partito, e' che, se la legge di stabilita' non verra' radicalmente corretta, compito molto difficile visto un impianto di partenza profondamente sbagliato, non dovrebbe essere scontato il nostro voto di approvazione''. Lo afferma Sandro Bondi, senatore e coordinatore del Pdl.

''Resto inoltre dell'opinione che in luogo di un'ostilita' permanente fra le forze politiche che compongono l'attuale maggioranza, considerando l'esplicita volonta' da parte dei vertici del Pd di estromettere dal Parlamento il leader di un partito alleato, sarebbe preferibile appellarsi ai cittadini per la formazione di un governo politicamente coeso e capace di incidere sui nodi che a livello europeo impediscono al nostro Paese di uscire dalla crisi'', conclude Bondi.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari