domenica 26 febbraio | 07:23
pubblicato il 23/nov/2013 15:01

Legge stabilita': Bitonci (LN), governo rapina le imprese del Nord

Legge stabilita': Bitonci (LN), governo rapina le imprese del Nord

(ASCA) - Roma, 23 nov - ''Il governo scopre le carte con i suoi emendamenti. Per finanziare gli Lsu e le altre marchette rapina le nostre aziende per 286 milioni di euro. Tre i sistemi individuati dalla coppia Saccomanni-Letta: il taglio del regime fiscale agevolato ai distretti produttivi, tutti al Nord l'abrogazione della norma introdotta da noi per attrarre investimenti nel nostro Paese e l'eliminazione delle agevolazioni che hanno favorito il passaggio generazionale tra imprese. Ovvero quella misura che prevedeva l'esenzione fiscale per le imprese a conduzione familiare nel momento del passaggio tra padre in figlio. Sono gli ennesimi scippi al Nord, alla nostra economia e ai nostri cittadini''. E' quanto scrive in un comunicato Massimo Bitonci, capogruppo della Lega Nord in Senato, in riferimento agli emendamenti presentati dal governo alla legge di stabilita'.

com-brm/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech