sabato 21 gennaio | 17:15
pubblicato il 25/gen/2014 13:44

Legge elettorale: Valente (Pd), Renzi sostenga battaglia parita' genere

(ASCA) - Roma, 25 gen 2014 - ''Sarebbe davvero un peccato se il segretario Matteo Renzi non applicasse alla rappresentanza di genere la stessa forza e la stessa determinazione che sta dimostrando in queste ore per condurre in porto l'intera riforma della legge elettorale''. Lo dichiara, a margine del seminario nazionale di Rifare l'Italia, Valeria Valente, coordinatrice campana delle donne PD e presidente del Comitato Pari Opportunita' della Camera dei Deputati. ''Il Parlamento chiamato a discutere della sua proposta - spiega Valente - e' il Parlamento piu' femminile della storia della Repubblica italiana e con il 38% alla Camera e il 42% al Senato il PD e' il partito che maggiormente ha contribuito a questo storico risultato. Sarebbe davvero un'occasione sprecata se con la nuova legge elettorale si tornasse indietro invece di andare avanti''. ''In tutte le forze politiche rappresentate in Parlamento - continua la deputata democratica - ci sono tante donne ma anche tanti uomini sensibili al tema delle parita' di genere declinato nelle competizioni elettorali e cio' nella convinzione che senza un'adeguata presenza femminile nessuna progressione in fatto di rinnovamento della politica sarebbe possibile. E' noto, infatti, l'importante e innegabile contributo che le donne danno sia in termini di concretezza e di raggiungimento degli obiettivi sia in termini di esercizio di una buona politica piu' attenta ai bisogni concreti delle nostre comunita'. Un contributo prezioso soprattutto in un momento come questo di crisi profonda dei sistemi di rappresentanza''. ''Ecco perche' mi auguro - conclude Valente - che Renzi sappia indurre tutti i partiti a fare un passo in avanti in tal senso, utilizzando, a sostegno di una battaglia giusta, di progresso e di civilta' per il Paese, la forza e il consenso di cui oggettivamente dispone e introducendo nella proposta di legge elettorale da lui avanzata criteri e correttivi che, come l'alternanza dei generi in lista e la possibilita' di riservare alle candidate donne la posizione di capolista per il 50%, sappiano garantire nei fatti e non solo a parole vere e concrete pari opportunita' per uomini e donne''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4