domenica 04 dicembre | 20:01
pubblicato il 20/gen/2014 18:02

Legge elettorale: Renzi, con accordo superata subalternita' a...(1 upd)

(ASCA) - Roma, 20 gen 2014 - Le intese raggiunte con Silvio Berlusconi sulla legge elettorale consentono al Pd di non essere piu' subalterno, in maniera ''allucinante'', allo stesso Cavaliere. Lo afferma il segretario del Partito democratico Matteo Renzi nel suo intervento alla Direzione piddina in corso a Roma.

Renzi, facendo riferimento alle polemiche nate per il suo incontro sabato scorso con l'ex premier, chiede retorico: ''Dovevo parlare con il cane Dudu' invece che con Berlusconi? Con chi dovevo parlare se non con il personaggio che ha ricreato Forza Italia?''. Le polemiche, dice, ''mi paiono strumentali. Certo, la legittimazione politica di Berlusconi non spetta a noi'' ma non si puo' dimenticare che ''Berlusconi e' il capo del centrodestra'' e ''non riconoscere che le regole si scrivono con gli altri o dare un giudizio negativo a quegli italiani che non votano per te - sottolinea Renzi - e' ingiusto''.

Il segretario chiarisce di ''non avere le stesse idee di Berlusconi ma se alcune le condividiamo non mi vergogno. Non sono subalterno al punto da rinunciare alle mie idee solo perche' le pensa anche Berlusconi. Ragionare cosi' rappresenta - rileva Renzi - una subalternita' allucinante''.

Se dopo vent'anni, continua, ''si possono fare delle regole'' avere una ''ostilita' pregiudiziale'' nei confronti di qualcuno significa ''rinunciare ad un confronto fondamentale per l'Italia''.

Renzi sostiene che ''se riusciamo finalmente a condividere le regole del gioco sara' piu' facile fare per esempio interventi sul lavoro''. Le critiche che sono state fatte, prosegue Renzi nel suo ragionamento, ''sono state stravaganti'' perche' ''se non abbiamo paura delle nostre idee non abbiamo paura a confrontarci con gli altri''. La legge elettorale che Renzi propone, una legge a vocazione maggioritaria, ''permette al Pd di giocarsi la partita per il governo. E c'e' il riconoscimento del fatto che l'avversario ha lo stesso diritto mio a giocarsi la partita''. fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari