sabato 25 febbraio | 12:55
pubblicato il 25/giu/2014 17:34

Legge elettorale: Renzi a M5S,prima governabilita' poi preferenze(1 upd)

(ASCA) - Roma, 25 giu 2014 - ''Per noi e' prioritaria la governabilita', poi le preferenze''. Lo afferma il segretario del Pd Matteo Renzi nel corso dell'incontro con la delegazione di M5S su legge elettorale e riforme.

Il Pd, spiega Renzi, e' pronto ad un dialogo con M5s sulla legge elettorale, tenendo presente che il nuovo sistema deve comunque garantire governabilita' e che in Parlamento c'e' una riforma che e' stata gia' votata alla Camera. ''La nostra proposta e' quella del sindaco d'Italia - dice il premier - se la vogliamo cambiare insieme...Noi siamo pronti a chiudere sulla legge elettorale, gia' approvata alla Camera. Noi faremo le nostre osservazioni online in modo chiaro, se riusciamo a trovare un punto di intesa ne siamo felici''.

Il segretario del Pd insiste sulla governabilita', come condizione irrinunciabile: ''Noi siamo banali, pensiamo che ci debba essere un vincitore. Il punto delicato del 'toninellum' (la proposta M5S - ndr) e' che puo' darsi che ci sia un vincitore, ma non c'e' la certezza. Nell'Italicum c'e'. Il 'Porcellum' votato dal Pdl e dalla Lega con i voti contrari del nostro partito, non va bene per tanti motivi. Il primo dei quali e' che non ha dato la possibilita' di vincere. Bersani, in bersanese, lo ha spiegato bene: sono arrivato primo ma non ho vinto. Io voglio un meccanismo in cui chi arriva primo vince''.

Luigi Di Maio, M5S, ribatte che ''non c'e' un 'voi domandate, noi rispondiamo', stiamo facendo un confronto. Non e' che voi dite 'accettate quello che stiamo facendo in Parlamento'''. Obiezione alla quale replica Alessandra Moretti, Pd, presente all'incontro: ''Abbiamo chiesto il confronto tante volte...''.

La priorita' di Renzi e' la ''governabilita''', e' secondario capire con quale meccanismo vengono eletti i singoli deputati: ''Credo abbia preso piu' preferenze la Moretti di tutti i candidati 5 stelle nel nord est. Non pensate che noi abbiamo paura. Pero', abbiamo dei dubbi che vorremmo condividere''. Innanzitutto la preferenza negativa, poi ''secondo noi per l'Italia e' piu' utile avere la governabilita'''. Poi, i candidati si possono scegliere ''sia attraverso il collegio uninominale, la preferenza, la lista bloccata... le forme che ritenete - parlo a livello teorico! - Pero' e' assolutamente fondamentale che chi vince le elezioni sia il giorno dopo quello che governo. Il 'democratellum' rischia di dare all'elettore il diritto di scegliere il candidato e date a un partito politico il diritto di allearsi con chi crede il giorno dopo''.

''Il sistema del rapporto diretto tra cittadino e territorio - aggiunge il premier - lo fai riducendo i collegi. L'Italicum come caratteristica ha collegi da 5-6 persone massimo. Nella vostra conformazione dei collegi ci sono 42 nomi... Se ho 42 nomi e' difficile''.

pol-tmn

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Aborto
Aborto, Bindi: bene Zingaretti, se Lorenzin non d'accordo lasci
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech