mercoledì 18 gennaio | 15:23
pubblicato il 10/feb/2014 10:33

Legge elettorale: Prodi,riforma per governo duraturo e ripresa economica

Legge elettorale: Prodi,riforma per governo duraturo e ripresa economica

(ASCA) - Roma, 10 feb 2014 - ''Una buona legge elettorale non e' soltanto la corazza della nostra democrazia, ma e' condizione necessaria perche' le imprese italiane e straniere possano di nuovo credere nel nostro Paese. Non vorrei essere troppo brutale o troppo semplicista, ma sono convinto che senza legge elettorale non vi puo' nemmeno essere la ripresa economica''. L'ex premier Romano Prodi affida al 'Messaggero' il suo punto di vista sul ''dibattito'' politico legato alla riforma della legge elettorale, che, avverte, ''quando dura all'infinito si finisce col perdere il filo conduttore del dibattito stesso''.

Prodi individua quindi nella nuova legge elettorale la chiave di volta per uscire dalla ''grande paralisi'' politico-economica che colpisce il nostro Paese. Una riforma che sia in grado di ''produrre un governo efficiente e duraturo''. L'ex premier non si mostra stupito per la ''nostalgia per il proporzionale'', riemersa negli ultimi tempi, ''dimenticando che, nella frammentazione a cui e' ormai arrivata la politica italiana, il sistema proporzionale non e' in grado di fornirci un governo all'altezza dei proprio compiti''. ''Lo stato di necessita' - prosegue Prodi - ha infatti portato a governi di intese e programmi cosi' ampi e divergenti da perpetuare un sostanziale stato di paralisi, nonostante la forza nelle sedi parlamentari''. Prodi insiste cosi' sul ''concetto di omogeneita''', fondamentale per ''costruire un pogetto innovativo per il Paese''. D'altronde, anche nei Paesi in cui abbiamo un governo di ''grande coalizione, esso e' stato costruito su un programma comune, curato fino ai dettagli, compresi i tempi e i modi della sua esecuzione. Non mi sembra che questa ipotesi sia facilmente realizzabile nel contesto italiano. Nelle prossime settimane ci attendiamo quindi uno sforzo per accelerare il processo di formazione della nuova legge elettorale, unito ad uno sforzo parallelo volto a evitare le distorsioni che, allo scopo di inseguire interessi specifici, toglierebbero la coerenza necessaria per la sua efficacia''.

red/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa