domenica 26 febbraio | 04:54
pubblicato il 10/feb/2014 10:33

Legge elettorale: Prodi,riforma per governo duraturo e ripresa economica

Legge elettorale: Prodi,riforma per governo duraturo e ripresa economica

(ASCA) - Roma, 10 feb 2014 - ''Una buona legge elettorale non e' soltanto la corazza della nostra democrazia, ma e' condizione necessaria perche' le imprese italiane e straniere possano di nuovo credere nel nostro Paese. Non vorrei essere troppo brutale o troppo semplicista, ma sono convinto che senza legge elettorale non vi puo' nemmeno essere la ripresa economica''. L'ex premier Romano Prodi affida al 'Messaggero' il suo punto di vista sul ''dibattito'' politico legato alla riforma della legge elettorale, che, avverte, ''quando dura all'infinito si finisce col perdere il filo conduttore del dibattito stesso''.

Prodi individua quindi nella nuova legge elettorale la chiave di volta per uscire dalla ''grande paralisi'' politico-economica che colpisce il nostro Paese. Una riforma che sia in grado di ''produrre un governo efficiente e duraturo''. L'ex premier non si mostra stupito per la ''nostalgia per il proporzionale'', riemersa negli ultimi tempi, ''dimenticando che, nella frammentazione a cui e' ormai arrivata la politica italiana, il sistema proporzionale non e' in grado di fornirci un governo all'altezza dei proprio compiti''. ''Lo stato di necessita' - prosegue Prodi - ha infatti portato a governi di intese e programmi cosi' ampi e divergenti da perpetuare un sostanziale stato di paralisi, nonostante la forza nelle sedi parlamentari''. Prodi insiste cosi' sul ''concetto di omogeneita''', fondamentale per ''costruire un pogetto innovativo per il Paese''. D'altronde, anche nei Paesi in cui abbiamo un governo di ''grande coalizione, esso e' stato costruito su un programma comune, curato fino ai dettagli, compresi i tempi e i modi della sua esecuzione. Non mi sembra che questa ipotesi sia facilmente realizzabile nel contesto italiano. Nelle prossime settimane ci attendiamo quindi uno sforzo per accelerare il processo di formazione della nuova legge elettorale, unito ad uno sforzo parallelo volto a evitare le distorsioni che, allo scopo di inseguire interessi specifici, toglierebbero la coerenza necessaria per la sua efficacia''.

red/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech