giovedì 19 gennaio | 16:23
pubblicato il 26/ott/2013 13:03

Legge elettorale: Meloni, Parlamento non vuole la riforma

(ASCA) - Farfa (Ri), 26 ott - ''Ieri abbiamo detto al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che se si fosse voluta la governabilita' si sarebbe fatta la riforma della legge elettorale il giorno dopo la nascita del governo. Non si e' voluta fare ma non era difficile farla, sarebbe bastata una settimana per abolire le liste bloccate, mettere la soglia minima per il premio di maggioranza e inserire il premio anche al Senato. Non si e' voluta fare perche' i partiti non vogliono rinunciare al diritto di scegliere mille parlamentari, gente che non sarebbe votata neanche dai propri condomini''. Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, intervenendo a 'Italia 3.0', la due giorni organizzata da 'Idee piu' popolari'.

ceg/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Pd
Renzi si mette in viaggio in pullman: ripartiamo girando l'Italia
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
M5s
Grillo lancia il "reddito universale": confronto è su idea futuro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, molti batteri presenti nel neonato vengono dalla madre
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Immunoterapia, un libro sulla quarta arma contro il cancro
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale