sabato 03 dicembre | 10:42
pubblicato il 26/ott/2013 13:03

Legge elettorale: Meloni, Parlamento non vuole la riforma

(ASCA) - Farfa (Ri), 26 ott - ''Ieri abbiamo detto al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che se si fosse voluta la governabilita' si sarebbe fatta la riforma della legge elettorale il giorno dopo la nascita del governo. Non si e' voluta fare ma non era difficile farla, sarebbe bastata una settimana per abolire le liste bloccate, mettere la soglia minima per il premio di maggioranza e inserire il premio anche al Senato. Non si e' voluta fare perche' i partiti non vogliono rinunciare al diritto di scegliere mille parlamentari, gente che non sarebbe votata neanche dai propri condomini''. Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, intervenendo a 'Italia 3.0', la due giorni organizzata da 'Idee piu' popolari'.

ceg/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari