mercoledì 07 dicembre | 20:16
pubblicato il 25/ott/2013 12:53

Legge elettorale: M5S, non andremo al Colle, richiesta incontro tardiva

Legge elettorale: M5S, non andremo al Colle, richiesta incontro tardiva

(ASCA) - Roma, 25 ott - ''Il Movimento 5 Stelle, dopo il vergognoso ricevimento sulla legge elettorale che si e' svolto nelle stanze dorate del Quirinale, alla presenza delle forze di maggioranza al Senato e di ben 2 Ministri, oggi non andra' all'incontro con il Presidente della Repubblica, tardivamente richiesto a giochi ormai fatti''. E' quanto si legge in una nota del Movimento 5 Stelle a firma Paola Taverna, capogruppo al Senato, e Alessio Villarosa, capogruppo alla Camera. ''Non andremo - spiegano in una nota - perche' non siamo ne' in una Monarchia assoluta, ne' in una Repubblica Presidenziale. Secondo l'articolo 87 della Costituzione, il Presidente della Repubblica puo' inviare messaggi alle Camere, cioe' a tutte le forze politiche. Ricevere invece le forze di maggioranza su temi specifici e delicatissimi come la legge elettorale, magari dando indicazioni e suggerimenti nel chiuso delle stanze e poi, solo il giorno dopo, ricordarsi di ricevere i 'plebei' delle opposizioni, e' perlomeno fortemente irrituale''. ''Non andremo perche' La legge elettorale - proseguono Taverna e Villarosa - e' questione che va discussa esclusivamente in Parlamento. Da tutte le forze politiche. Senza la prevaricazione delle maggioranze sulle minoranze. Con l'incontro di ieri Napolitano ha avallato la prevaricazione di chi e' maggioranza parlamentare sulle opposizioni. Un comportamento tipicamente autoritario. Lo ha fatto, per di piu', su una legge fondamentale dello Stato, sulla quale si basa tutto il funzionamento democratico delle Istituzioni della Repubblica''. ''Non andremo perche' siamo una Repubblica parlamentare: Giorgio Napolitano deve essere garante della Costituzione Repubblicana e dell'equilibrio democratico. Deve quindi rispetto istituzionale a tutti. In primis, certamente, alla maggiore forza politica d'opposizione nonche' alla forza politica piu' votata alla Camera dei Deputati'', conclude la nota. com-ceg/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
Governo
Mattarella frena corsa al voto,prima sistema elettorale uniforme
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni