venerdì 20 gennaio | 05:16
pubblicato il 25/ott/2013 19:28

Legge elettorale: il comunicato del Quirinale

(ASCA) - Roma, 25 ott - Questo il testo integrale del comunicato del Quirinale in materia di legge elettorale: ''Il Presidente della Repubblica ha oggi incontrato i rappresentati dei gruppi parlamentari di SEL e di Fratelli d'Italia, nelle persone, rispettivamente, della sen. De Petris e dell'on. Meloni. Gli incontri, svoltisi in un clima di assoluta serenita' e concretezza, hanno consentito al Capo dello Stato di acquisire ulteriori elementi sulle prospettive di modifica - in Parlamento - della legge elettorale vigente.

I colloqui di ieri con i rappresentanti dei gruppi di maggioranza - ai quali era stata data la precedenza per il ruolo che hanno nella discussione in corso nella I Commissione del Senato, avendo essi designato i due relatori sulla materia - avevano il medesimo carattere puramente informativo e ricognitivo.

Nessun ''giuoco'' era ''ormai stato fatto'', come da qualche parte si e' affermato senza alcun fondamento ; ne' tantomeno si era avallata alcuna ''prevaricazione della maggioranza sulle minoranze''. L'auspicio del Presidente Napolitano e' che in materia di modifiche o innovazioni del sistema elettorale, si persegua in Parlamento la piu' larga condivisione. L'urgenza dell'iniziativa da lui presa ieri rispondeva a quanto affermato pubblicamente dalla tribuna del Congresso dell'ANCI a Firenze: cioe' il timore di una sovrapposizione, sul delicato tema della legge elettorale, tra due istituzioni fondamentali, il Parlamento e la Corte Costituzionale. Il Presidente della Repubblica ha ritenuto e ritiene suo dovere adoperarsi per evitare che cio' avvenga, sollecitando in primo luogo le forze di maggioranza per la loro prevalente responsabilita', ma egualmente le minoranze, e dunque tutte le forze politiche, perche' rapidamente, prima dell'udienza gia' fissata per il 3 dicembre dalla Corte Costituzionale, il Parlamento affermi il ruolo suo proprio intervenendo almeno a modificare la legge vigente nelle norme su cui la Consulta ha gia' espresso piu' di una volta serie riserve di costituzionalita'.

Nei prossimi giorni il Presidente Napolitano incontrera' i rappresentanti della Lega Nord; mentre ha preso atto con rammarico della decisione del Movimento 5 Stelle di declinare l'invito anche ad esso rivolto. Si ricorda che la Presidenza della Repubblica ha sempre, e anche di recente, accolto richieste di incontro da parte del Movimento 5 Stelle, benche' spesso accompagnate da attacchi scorretti e perfino ingiuriosi al Capo dello Stato''.

red/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale