lunedì 23 gennaio | 05:24
pubblicato il 11/dic/2013 17:37

Legge elettorale: gruppi divisi su passaggio da Senato a Camera

(ASCA) - Roma, 11 dic - Gruppi parlamentari di Montecitorio divisi sul passaggio di mano della legge elettorale dal Senato alla Camera. Nuovo centrodestra e Lega Nord si oppongono a dare inizio all'esame della riforma elettorale alla Camera e non al Senato, come deliberato ieri all'unanimita' in commissione Affari istituzionali. Forza Italia si differenzia, con il capigruppo Renato Brunetta che chiede di imporre a Palazzo Madama un termine di tempo che, possibilmente, sia a ridosso della pubblicazione delle motivazioni della sentenza della Consulta. Favorevoli a che la legge elettorale inizi il suo iter a Montecitorio, il Pd, Scelta civica, Per l'Italia e Movimento 5 stelle. Sel, invece, preferisce che non vengano fatte forzature: meglio la riforma parta dalla Camera, ma con un'intesa col Senato che non preveda date di scadenza. sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4