domenica 04 dicembre | 19:35
pubblicato il 04/mar/2014 11:25

Legge elettorale: Gasparri, sia applicabile per Camera e Senato

Legge elettorale: Gasparri, sia applicabile per Camera e Senato

(ASCA) - Roma, 4 mar 2104 - ''Al Capo dello Stato deve arrivare una legge elettorale promulgabile, non un pasticcio contrario alle regole del diritto e ai principi della Costituzione. Una legge con condizioni sospensive, cioe' tale da entrare in vigore soltanto se si verificano determinati fatti, e' improponibile. Peggio ancora sarebbe una legge elettorale che riguardasse la Camera e non il Senato. Che il Senato debba essere riformato o addirittura abolito e' tema condiviso da tutti. Ma al momento esiste. E il Paese deve avere una legge elettorale applicabile in qualsiasi momento.

Un conto e' auspicare che le elezioni non ci siano, un altro e' far si' che non si possano svolgere per mancanza di una legge elettorale. Dobbiamo avere sempre l'estintore funzionante dietro il vetro a garanzia della democrazia e della liberta'. Altrimenti finiamo come l'Ucraina e la Siria.

La legge elettorale, quindi, deve riguardare sia il Senato che la Camera, anche perche' la sentenza della Corte Costituzionale non ha offerto una legge elettorale automaticamente applicabile''. Lo dichiara in una nota Maurizio Gasparri (FI), vice presidente del Senato. ''Se per la Camera c'e' un lontano precedente del 1992 di una legge elettorale con una preferenza unica, per il Senato non c'e' nessuna legge del passato che prevedesse le preferenze. Andrebbe quindi scritta daccapo una nuova normativa. Ecco perche e' necessario fare una legge che riguardi i due rami del Parlamento. Poi, se e quando sara' attuata la auspicata riforma costituzionale, avremo un contesto diverso. Ma se si presentasse una soluzione pasticciata e confusa il Quirinale credo che legittimamente avrebbe molte cose da dire. A chi critica il fatto che abbia chiamato in causa il Presidente della Repubblica dico che sono gli stessi che ne hanno evocato il ruolo di suprema garanzia. Richiamare preventivamente l'attenzione della massima istituzione su un iter assurdo credo che sia un servizio alla democrazia. Ribadisco: la legge elettorale deve essere promulgabile. Un pasticcio confuso per tenere in piedi una maggioranza sbrindellata sfidando i principi della Costituzione sarebbe improponibile'', conclude Gasparri.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Referendum, Viminale assicura: matite copiative sono indelebili
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari