giovedì 23 febbraio | 01:53
pubblicato il 07/lug/2014 13:52

Legge elettorale: Di Maio (M5S), Pd dica se la vuole per corrispondenza

(ASCA) - Roma, 7 lug 2014 - ''Pensavamo di buttarli giu' con le europee, non ci siamo riusciti, e visto che non siamo maggioranza vogliamo discutere per raggiungere una legge migliore per gli italiani''. Cosi' Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera ed esponente di spicco del Movimento 5 stelle, e' tornato oggi a spiegare la svolta ''dialogante'' dei ''grillini'', dopo che il Pd ha fatto saltare l'incontro previsto per il confronto sulla legge elettorale.

''Se fossimo stati la maggioranza - ha detto Di Maio - avremmo fatto una buona legge elettorale anche in meno di cento giorni, ma non lo siamo quindi dobbiamo confrontarci''.

''L'obiettivo - ha aggiunto - e' governare questo paese.

Ma nel medio termine evitare che l'Italicum entri nell'ordinamento cosi' com'e'. Credevo che il tavolo avesse come obiettivo dare una legge elettorale in cento giorni, non scriversi in carta bollata, se vogliono fare la legge elettorale per corrispondenza ce lo dicano''.

pol/tmn

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Grillo: entro due giorni Raggi risolve questione di stadio Roma
Centrosinistra
Entro sabato gruppi ex Pd, pressing per convincere parlamentari
Roma
Grillo: Roma una bomba atomica, che pretendete da M5s?
Governo
Renzi: governo fa cose importanti ma se ne parla poco
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Nasa: scoperti sette esopianeti simili alla Terra
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech