venerdì 24 febbraio | 22:54
pubblicato il 27/gen/2014 13:23

Legge elettorale: D'Inca' (M5S), basta al Parlamento dei condannati

(ASCA) - Roma, 27 gen 2014 - ''Stiamo assistendo all'interno del Parlamento a ricatti fra partiti, piccoli o grandi che siano''. Questa l'opinione di Federico D'Inca', capogruppo ala Camera del Movimento 5 stelle, intervenuto stamane a ''Prima di tutto'' su Radio 1. ''Una legge elettorale fatta nelle oscure stanze da Renzi e Berlusconi. Noi - ha aggiunto - siamo sul web e cerchiamo di portare avanti una novita' di portata storica: una legge creata dai cittadini per i cittadini. In merito alla proposta in campo, noi vogliamo l'inserimento delle preferenze e l'incandidabilita' dei condannati: non possiamo avere, come in tutti questi anni, un Parlamento dove chi fa le leggi e' un condannato''. com-brm/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech