giovedì 08 dicembre | 23:42
pubblicato il 13/ago/2013 12:01

Legge elettorale: Cicchitto, con Porcellum regalati 200 deputati a Pd

Legge elettorale: Cicchitto, con Porcellum regalati 200 deputati a Pd

(ASCA) - Roma, 13 ago - ''Francamente sarebbe bene che il Pdl ci pensasse due volte, e poi non ne facesse niente, a rifare quel patto Ribbentrop-Molotov che alla conclusione dell'altra legislatura ha portato a conservare il Porcellum e quindi a regalare al Pd circa 200 deputati in piu' alla Camera malgrado una differenza di poco piu' di centomila voti determinata, per larga parte, dal fatto che in Alto Adige abbiamo rotto frontalmente con la Sudtiroler Volkspartei. E questa per ritorsione non si e' presentata da sola ma addirittura si e' alleata con il Pd''. Lo dichiara Fabrizio Cicchitto del Pdl, presidente della commissione Esteri della Camera.

''Con una legge elettorale che dava il premio solo ad una coalizione che superasse il 35% - continua Cicchitto - o che eventualmente prevedeva un premietto ci sarebbe stato tutto un altro film perche' oggi non ci troveremmo bloccati con una legge elettorale anticostituzionale e in una permanente situazione di difficolta' alla Camera dove il Pdl e'permanentemente in una situazione assai difficile con questi rapporti di forza malgrado che il capogruppo Brunetta e il gruppo con lui facciano ogni giorno miracoli. Adesso - aggiunge Cicchitto - possiamo certamente fare un altro patto Ribbeltrop-Molotov, questa volta con Renzi facendo il favore di aiutarlo a far cadere il governo Letta, ma non sappiamo quale vantaggio ricaverebbe il Pdl da questa operazione. La data delle elezioni infatti non e' decisa ne' dal Pdl, ne' da qualche corrente del Pd, ma dal Presidente della Repubblica e questi e' stato chiarissimo''.

Cicchitto sottolinea infatti che il Capo dello Stato ''non indira' nuove elezioni fino a quando non si fara' una nuova legge elettorale e di essa, pur con tutte le clausole di urgenza che si vogliono fare, non si verra' a capo fino a novembre-dicembre, per di piu' in una situazione resa ancora piu' complicata dal fatto che sul merito fra il Pdl e il Pd esistono due ipotesi di modifica: quella di cambiamenti minimali al Porcellum e quella fondata sulla riproposizione del Mattarellum. Per di piu' oggi Renzi si e' riposizionato: mentre e' il candidato mediaticamente piu' forte del centrosinistra adesso e' sponsorizzato anche da Repubblica e quindi puo' fare il pieno anche a sinistra come dimostra l'atteggiamento di Vendola''. Ultima considerazione da parte di Cicchitto: ''Storicamente i patti Ribbentrop-Molotov sono serviti certamente a ''epater les bourgeois'' , e quindi a mettere in difficolta' i moderati e i riformisti di ogni schieramento, ma poi alla fin fine ha sempre vinto Molotov, cioe' Stalin''.

com-ceg/cam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni