martedì 24 gennaio | 07:01
pubblicato il 05/mar/2014 12:27

Legge elettorale: Biancofiore dice no, iniqua per Trentino e Val d'Aosta

(ASCA) - Roma, 5 mar 2014 - La deputata di Forza Italia Michaela Biancofiore annuncia in Aula alla Camera che dara' voto contrario alla riforma della legge elettorale spiegando anche in una nota: ''Con estremo dispiacere prendo atto della permanenza, nella proposta di riforma della legge elettorale, di una norma esclusiva ed iniqua che prevede per le sole regioni Trentino Alto Adige e Val d'Aosta l'applicazione di un'altra legge elettorale ovvero il Mattarellum, letteralmente contrapposta al sistema previsto per il resto d'Italia che rileva peraltro elevati profili di incostituzionalita'''.

''Il Mattarellum - aggiunge Biancofiore - prevede infatti un sistema maggioritario con collegi uninominali secchi e l'Italicum un sistema proporzionale con collegi plurinominali. Tale differenza non e' giustificata da nulla essendo previsto gia' nel Porcellum come negli emendamenti da me proposti la soglia del 20% regionale che salvaguarda le minoranze linguistiche. Soglia di salvaguardia sulla quale gia' ci sarebbe da discutere in quanto ormai grazie all'Europa senza confini, si parla tedesco da Salorno al Nord dell'Europa''.

Quindi Biancofiore prosegue: ''Questa inspiegabile differenza risponde a logiche discriminatorie volute sotto dettatura della SVP, partito dello 0,40% nazionale, da due noti parlamentari che hanno fatto del Trentino Alto Adige la propria aziendina personale e sorprende che Matteo Renzi e tutto il Pd possano accettare una tale mutilazione del sistema Italia solo per beceri interessi di corrente, specie dopo l'accordo raggiunto ieri grazie alla generosita' del Presidente Berlusconi''.

''Per spiegarmi meglio e' come se in una partita di calcio, in una meta' campo si giocasse con le regole che tutti conosciamo e nell'altra si giocasse a porta libera, con altre regole, senza il portiere'', afferma la deputata di Forza Italia, concludendo: ''Mi auguro che i gruppi parlamentari, soprattutto quei partiti che rischiano di rimane sotto le soglie previste dalla legge elettorale ma di gran lunga maggiori a quelle della SVP, vogliano confluire sui miei emendamenti che non favoriscono il centro destra, anzi, riportano solo il Trentino Alto Adige e la Valle d'Aosta in Italia dando una speranza di rappresentanza parlamentare a tutti i cittadini di quelle terre''. com-sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4