lunedì 23 gennaio | 18:21
pubblicato il 12/nov/2013 16:16

Legga stabilita': Capezzone, escludere assolutamente prima casa da tasse

(ASCA) - Roma, 12 nov - ''Cosi' come riformulato dall'emendamento del relatore, il comma 7 dell'articolo 21 della legge di stabilita' non sembrerebbe purtroppo escludere del tutto la possibilita' che l'abitazione principale sia oggetto della nuova tassazione chiamata Tuc. O almeno resta spazio per interpretazioni divergenti (alcune maliziose e altre di sincero dubbio), che infatti non sono mancate''. Lo dichiara in una nota Daniele Capezzone, Pdl, presidente della Commissione Finanze della Camera.

''Si legge nell'emendamento che i soggetti passivi dell'imposta per la componente sui servizi indivisibili sarebbero ''gli utilizzatori a qualsiasi titolo degli immobili con un'aliquota dell'1,5 per mille, e i proprietari degli stessi con un'ulteriore aliquota dell'1 per mille, con esclusione, per quest'ultima, delle unita' immobiliari adibite ad abitazione principale. Dunque, sembrerebbe di capire, ed e' ovviamente interesse di tutti - a partire dai presentatori dell'emendamento - dissipare ogni possibilita' di equivoco, che la prima casa sia esclusa dal pagamento della Tuc solo per quanto riguarda l'8,1 per mille della componente patrimoniale e l'1 per mille aggiuntivo sui servizi indivisibili a carico dei proprietari, i quali pero' resterebbero soggetti (come gli inquilini) all'1,5 per mille in quanto ''utilizzatori a qualsiasi titolo'' della loro abitazione'', aggiunge Capezzone. ''Secondo l'interpretazione meno favorevole, infatti, tutti sarebbero soggetti all'aliquota Tuc dell'1,5 per mille sulla casa in cui vivono: sia gli inquilini in quanto ''utilizzatori'' della casa di qualcun altro, sia i proprietari in quanto ''utilizzatori'' della propria. E l'aliquota sarebbe superiore dello 0,5 per mille a quella standard prevista dalla Tasi, anche se nel caso della Tuc si prevede che i Comuni possano solo ridurla, fino all'azzeramento, e non aumentarla, ferma restando la possibilita' di prevedere riduzioni ed esenzioni. Alla luce di queste considerazioni, sembrerebbe prudente per tutti garantire che sia salvaguardata la prima casa, al di la' di qualunque equivoco o interpretazione'', conclude Capezzone.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nega tensione Renzi-Gentiloni su Agcom:non c'è inciucio con Fi
Conti pubblici
Berlusconi: nuova manovra? Rimasti conti da pagare di Renzi
L.elettorale
Salvini: Consulta deve consentire di andare a elezioni a maggio
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4