lunedì 23 gennaio | 09:46
pubblicato il 19/apr/2012 19:30

Lega/Ancora nubi Bossi-Maroni, nel Carroccio tutti contro tutti

Nessun chiarimento diretto; 'accuse' a Calderoli e Reguzzoni

Lega/Ancora nubi Bossi-Maroni, nel Carroccio tutti contro tutti

Milano, 19 apr. (askanews) - Nessun chiarimento diretto, almeno per adesso, tra Roberto Maroni e Umberto Bossi sul presunto dossier confezionato all'interno alla Lega contro l'ex ministro dell'Interno e di cui, secondo la ricostruzione dell'ex tesoriere Francesco Belsito pubblicata da Panorama, l'ex segretario sarebbe stato a conoscenza. Più in generale, nel Carroccio, si acuisce il clima da resa dei conti tra le fazioni, con scambi di accuse e rivelazioni tra esponenti del Movimento e che oggi hanno messo sotto i riflettori Roberto Calderoli e Marco Reguzzoni. Per tutto il pomeriggio Bossi è rimasto nel suo ufficio di via Bellerio, raggiunto poi da Roberto Calderoli e da Roberto Castelli. Ma l'ex ministro dell'Interno, che nel tardo pomeriggio è rientrato da Roma, non si è fatto vedere. Stasera il senatùr è atteso ad un comizio ad Alessandria, dove parlerà per la prima volta in pubblico dopo la serie di dimissioni ed espulsioni e la serata dell'"Orgoglio leghista" a Bergamo, in cui si era anche scusato per il comportamento dei figli. Sfumata per il momento anche la possibilità di una presenza congiunta, domani sera, di Bossi e Maroni sul palco, annunciati inizialmente entrambi a Borgomanero, è comunque possibile che nelle prossime ore i due si incontrino per un chiarimento a quattr'occhi. Nella Lega resta comunque un clima da "tutti contro tutti". Se dal punto di vista politico nella giornata non si sono registrati particolari spunti, sul versante "etico" sono finiti sotto i riflettori due dirigenti della Lega: il "triumviro" Roberto Calderoli e Marco Reguzzoni. Il primo è stato tirato in ballo per l'affitto della sua abitazione a Roma, 2.200 euro al mese, pagato con i soldi della Lega. Una circostanza ammessa dallo stesso Calderoli, che è anche coordinatore delle segreterie leghiste, che in una nota ha sbottato: "'Siamo all'incredibile. Si viene infangati per aver fatto il proprio dovere, per aver lavorato e tanto! E tutto questo senza aver mai preso un euro di stipendio, per aver lavorato sette giorni su sette, tutte le settimane dell'anno!". "Mi si infanga - ha aggiunto - per aver avuto in d otazione da parte del movimento una casa-ufficio dal costo di 2.200 euro al mese, quando io ne verso mensilmente 3.000 di euro alla Lega Nord". Più in dettaglio, sulla vicenda, Calderoli si è spiegato così: "Da un anno e mezzo la Lega nord ha sottoscritto un contratto di affitto per un appartamento a Roma che è stato dato in uso a me, come mia residenza e mio ufficio dove poter incontrare, anche riservatamente, i vertici del movimento e delle altre forze politiche". Calderoli è stato difeso da un'altra componente del triumvirato che guida temporaneamente la Lega, Manuela Dal Lago: "Adesso basta - ha affermato in una nota - è ora di finirla con questo assurdo sputare fango addosso alla Lega Nord e ai suoi esponenti. Questa vicenda dell'affitto dell'appartamento utilizzato a Roma dal senatore Roberto Calderoli rasenta letteralmente il ridicolo". E ha aggiunto: "Siamo arrivati al punto che un movimento quale la Lega Nord non è nemmeno più padrona di decidere come utilizzare le proprie risorse?". Marco Reguzzoni, il deputato varesino annoverato tra i "cerchisti", è stato invece attaccato direttamente da Gianluca Pini, deputato maroniano, che in un'intervista televisiva ha chiesto spiegazioni su un presunto utilizzo da parte dell'ex presidente dei deputati leghisti alla Camera della carte di credito del gruppo parlamentare per spese per oltre 90.000 euro. (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4