domenica 26 febbraio | 07:13
pubblicato il 05/mag/2012 18:44

Lega/ Stiffoni denuncia Maroni per diffamazione

Provenienza fondi per acquisto diamanti è personale

Lega/ Stiffoni denuncia Maroni per diffamazione

Milano, 5 mag. (askanews) - Il senatore della Lega ed ex segretario amministrativo del Carroccio al Senato Piergiorgio Stiffoni ha denunciato l'ex ministro Roberto Maroni per diffamazione. "Ho depositato presso la Caserma dei Carabinieri di Treviso in data odierna denuncia per diffamazione nei confronti dell'onorevole Roberto Maroni", si legge in una nota di Stiffoni, che si è dimesso dalla Lega e dalle cariche che ricopriva nel movimento il 27 aprile scorso 'per non danneggiare l'immagine del movimento, fino alla conclusione dell'attività istruttoria da parte della magistratura'". "La Procura della Repubblica di Treviso valuterà le gravissime affermazioni diffamatorie dell'onorevole Maroni dei giorni scorsi nei miei confronti". Stiffoni, che è stato segretario amministrativo del gruppo LegaNord al Senato della Repubblica dal 2001 al 2012 e ha fatto parte insieme a Roberto Castelli del comitato amministrativo di tesoreria come segretario amministrativo della Nord in affiancamento all'ex tesoriere Francesco Belsito, afferma di aver "amministrato il denaro del Gruppo in questi anni al Senato con responsabilità ed oculatezza. La mia esperienza trentennale di lavoro in banca mi ha consentito di operare senza mai pregiudicare il buon andamento amministrativo del Gruppo della Lega Nord in Senato". Stiffoni si difende dall'accusa di chi sospetta abbia usato denaro della Lega per l'acquisto di diamanti, affermando che il "presidente del gruppo senatore Federico Bricolo era assolutamente a conoscenza della operatività amministrativa. Ribadisco che la provenienza dei fondi per l'investimento in diamanti è esclusivamente personale, come testimoniato dalla documentazione degli estratti conto consegnati alla magistratura e fatti pubblicare sulla stampa". Stiffoni sostiene inoltre che nella sua "testimonianza spontanea resa ai magistrati non sono caduto in contraddizioni, come riportato da alcuni quotidiani: mi sono legittimamente opposto a qualsiasi domanda relativa a giustificazioni sull'utilizzo delle risorse del Gruppo della Lega Nord in Senato senza aver preventivamente avuto l'assenso del presidente Bricolo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Rosato: carte bollate? Emiliano si occupi di contenuti
Governo
Napolitano: equilibrio Gentiloni punto fermo da salvaguardare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech