lunedì 05 dicembre | 22:30
pubblicato il 08/mar/2013 14:01

Lega Nord: Zaia, nessuna scissione, moriro' leghista

(ASCA) - Treviso, 8 mar - Nessuna scissione nella Liga Veneta, coloro che lo sostengono ''sono cialtroni'', ed ''io sono leghista e moriro' leghista''. Cosi' Luca Zaia, governatore del Veneto, sulle polemiche relative alla lettera di Flavio Tosi, segretario nazionale, ai dirigenti del movimento perche' sia piu' prudenti nelle esternazioni. ''Io vi diffido - ha detto Zaia ai giornalisti - ad ascoltare quei cialtroni che chiamano nelle redazioni dei giornali, dicendo che stiamo facendo un nuovo partito. A me basterebbe avere il nome di uno perche' la richiesta di espulsione la faccio io.

Qui, infatti - ha detto Zaia - non stiamo facendo un partito.

Il problema e' che danno fastidio le persone che ragionano.

Se qualcuno pensa che bisogna avere partiti fatti da gente che ha solo da mandare il cervello all'ammasso, si sbaglio.

Io nasco leghista e muoio leghista''. Alla domanda se le lettere di Tosi provocheranno una scissione, Zaia ha risposto: ''si tratta solo di trovare un modus operandi e la modalita' non e' quella dei richiami, di pensare che tutti debbano stare zitti, penso che un confronto ci debba essere perche' questo non e' un partito che fa le riunioni in una cabina telefonica. Abbiamo migliaia di militanti che hanno il diritto di sapere le posizioni di tutti e molto spesso quando facciamo le riunioni a porte chiuse le posizioni ce le diciamo solo tra di noi, i militanti sono disorientati''. Zaia ha poi ricordato che ''il nostro segretario non ha mai mancato di dire le proprie posizioni in merito a tutto, anche su fatti recenti, quindi penso che abbia fatto bene a dirlo, come tutti quelli hanno qualcosa da dire in maniera costruttiva''. Dopo aver sottolineato che il confronto ci vuole, Zaia ha detto di ritenere che Tosi rappresenti ''la bandiera del confronto, perche' ha sempre potuto dire quello che pensava. E' giusto che lo possano dire tutti nel rispetto delle regole e delle persone, senza offendere nessuno. Se uno ha qualcosa da dire non capisco perche' debba essere censurato''.

fdm/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Riforme
Referendum, affluenza finale 68,48%. Si è votato di più al Nord
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari