domenica 04 dicembre | 07:41
pubblicato il 03/set/2013 11:37

Lega Nord: Maroni, congresso possibile il 30 novembre, serve guida forte

(ASCA) - Gazzada (Va), 3 set - Si terra' con ogni probabilita' sabato 30 novembre e domenica 1* dicembre il congresso della Lega Nord chiamato ad eleggere il successore di Roberto Maroni alla segreteria federale del partito. A prospettarlo e' lo stesso Maroni, precisando che per la Lega ''serve una guida forte ma soprattutto impegnata'', e che ha deciso di fare un passo indietro ''perche' voglio fare il governatore al cento per cento''. L'attuale numero uno del Carroccio, intervenuto a margine di un convegno promosso dalla Fondazione Paolo VI nel Varesotto, ha chiarito che, in base allo statuto della Lega Nord, ''su richiesta del segretario federale il congresso viene convocato dal presidente federale, cioe' Umberto Bossi, ed e' quello che succedera'''. Per Maroni, insomma, il dado e' ormai tratto: ''E' una decisione che ho preso, il congresso si fara' prima di Natale, e' possibile il 30 novembre, che e' un sabato, e il 1* dicembre che e' domenica''. Quanto alla figura del suo successore, ''il profilo - ha specificato ancora Maroni - e' quello di un leghista vero, sincero, dinamico, e impegnato perche' l'anno prossimo ci saranno sfide molto importanti, le elezioni amministrative, le europee, e io mi auguro anche le politiche anticipate''.

Per vincere queste sfide ''la Lega ha bisogno di una guida impegnata al cento per cento, cosa che io - ha puntualizzato Maroni - non posso garantire perche' voglio fare il governatore al cento per cento''. Il punto, ha insistito il governatore lombardo, e' che ''la Lega Nord ha un'identita' e la Lega Nord deve rispolverarla accanto all'azione di governo che e' un'azione di coalizione e percio' di compromesso.

Azione che svolgo io e svolge chi sta al governo''. Accanto a cio', secondo Maroni, ''c'e' bisogno di qualcuno che tenga ben alte le bandiere identitarie della Lega Nord, ed e' per questo che serve un segretario a tempo pieno''. Una mossa praticamente obbligata per il Carroccio.

''Questa - ha evidenziato ancora Maroni - e' la storia della Lega Nord che si e' interrotta con la mia elezione a governatore''.

fcz/cam/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Riforme
Referendum, sfida decisiva per la madrina delle riforme Boschi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari