martedì 24 gennaio | 18:42
pubblicato il 07/gen/2013 10:01

Lega Nord: inchiesta su conti senatori. Calderoli,ogni spesa documentata

Lega Nord: inchiesta su conti senatori. Calderoli,ogni spesa documentata

(ASCA) - Roma, 7 gen - Il Carroccio nella bufera per le ''spese facili''. A Roma sono infatti nel mirino dei magistrati i fondi dei senatori leghisti. ''Mi amareggia - commenta in un colloquio con ''La Repubblica'' il senatore della Lega Nord, Roberto Calderoli -. Avevo gia' chiarito tutto anche davanti ai nostri militanti. Tutto cio' che ho ricevuto dal gruppo e' stato speso per acquistare del materiale elettronico per il gruppo.

Tutto regolarmente pagato, fatturato e restituito con bonifico bancario. Non si tratta di un rimborso, ma di restituzione di soldi miei''. Calderoli spiega di non avere nulla a che fare con il denaro per pagare l'affitto ai senatori del Carroccio, al centro dell'inchiesta aperta dalla Procura della Repubblica di Roma. ''Per quanto mi riguarda - dice - si tratta solo di 8 mila euro.

Probabilmente la signora che sta dicendo queste cose ai magistrati, visto che nel frattempo era stata allontanata per una vicenda di appropriazione indebita, non ha visto le fatture e i pagamenti''. Questa inchiesta, prosegue, ''e' nata perche' il nostro capogruppo al Senato Bricolo ha fatto una denuncia alla Procura di Milano contro questa signora.

Non c'e' nulla di nuovo. Se questa signora non fosse nel frattempo stata licenziata avrebbe potuto vedere quelle carte''. L'ex ministro non pensa a una vendetta ma ''il soggetto di questa indagine e' lei''. Calderoli fa poi notare che ''tutti i gruppi hanno un 10% del fondo spese destinati all'ufficio di presidenza. Il gruppo della Lega Nord nel 2011 ha speso 40 mila euro e nel 2012 la cifra si e' ridotta a 10.500 euro''. Alla fine della legislatura ''la Lega Nord avra' un avanzo di 1,5 milioni di euro perche' e' il gruppo piu' virtuoso''. I 15 milioni di cui si parla nell'inchiesta forse sono ''le cifre relative alle irregolarita' che oi stessi abbiamo denunciato alla Procura''. Io, conclude, ''continuo a sentirmi come una sorta di Alice nel paese delle meraviglie che non crede ne' alle bugie ne' alle trame. Certo anche questo attacco in questo momento fa parte di un filone che qualcuno sta cercando di sviluppare''.

red/map/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4