sabato 03 dicembre | 13:28
pubblicato il 23/set/2013 15:51

Lega Nord: Bitonci, online bilancio gruppo. M5S spieghi spese affitti

Lega Nord: Bitonci, online bilancio gruppo. M5S spieghi spese affitti

(ASCA) - Roma, 23 set - ''Il gruppo Lega Nord al Senato ha pubblicato oggi sul sito www.massimobitonci.it nella sezione 'Senato trasparenza' il rendiconto della gestione dall'inizio della legislatura ad oggi nonostante il regolamento del Senato preveda la pubblicazione annuale solo dopo la verifica della societa' di revisione contabile, per altro non ancora nominata dagli organi del Senato stesso. Un adempimento in piu' oltre all'elenco delle uscite gia' presente''. Lo dichiara Massimo Bitonci, capogruppo della Lega Nord al Senato. ''Come si notera' non esiste alcuna spesa per rimborso o indennita' legata alle funzioni di presidente o dei vice a differenza di altri gruppi parlamentari, come il Pd al Senato, che spende circa 2000 euro al mese solo per i trasporti della presidenza mettendo in conto ai cittadini anche i costi per i permessi Ztl romani per una cifra pari a 4140 euro. Nel nostro rendiconto le uniche spese contabilizzate sono quelle relative alle collaborazioni, al personale dipendente e ai professionisti che supportano il gruppo nell'attivita' amministrativa, legislativa e di comunicazione. Nemmeno un euro del contribuente e' stato pagato per rimborso spese, taxi, macchine, alberghi, pranzi, cene o simili. Siamo i primi e al momento gli unici al Senato a rendere pubblico ed accessibile con la massima trasparenza il reale rendiconto di gestione e non solo l'elenco spese dimostrando, a differenza di altri, con i fatti e in questo caso i numeri come si puo' gestire un gruppo eliminando spese superflue e indennita' di carica. Sfidiamo tutti gli altri gruppi, a cominciare dal Pd, che si riempiono la bocca con le norme sulla trasparenza e sulla giusta gestione dei soldi pubblici a fare altrettanto. Siamo ansiosi di vedere cosa faranno i parolai della trasparenza del M5S che ci hanno tediato per mesi con le barzellette sugli scontrini. Per ora quello che possiamo vedere e' che i grillini al Senato spendono, tra l'altro, quasi 8 mila euro al mese per l'affitto di tre appartamenti per un uso non meglio specificato. Alla faccia della trasparenza. Soldi a carico del Senato e quindi dei contribuenti che per queste locazioni hanno pagato anche un'agenzia di intermediazione immobiliare''.

''Spieghino anche come fanno a pagare per i telefonini una cifra che supera gli 11 mila euro a bimestre. Con le offerte in vigore vuol dire che pagano circa cento utenze? E di chi sono? Grillo e i suoi adepti evidentemente predicano bene ma razzolano malissimo'', conclude Bitonci.

com-ceg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari